Limone, come rendere i capelli brillanti col suo succo

Il succo di limone ha molti benefici, anche per i capelli: li rende più brillanti e combatte la forfora

Il limone, ricco di vitamina C e potassio, è un toccasana per la salute dell’organismo. Ma non tutti sanno che il suo succo, utilizzato a livello locale, contribuisce a rendere la nostra chioma più forte e brillante, oltre a contrastare la forfora e a ridurre il problema dei capelli grassi.

I continui lavaggi con prodotti aggressivi, l’acqua calcarea che esce dai nostri rubinetti e lo smog al quale sono continuamente sottoposti rovinano inevitabilmente i capelli, rendendoli spenti e opachi. Ciò accade quando le squame dei capelli, che si aprono con l’azione dell’acqua calda per permettere un lavaggio più approfondito, non tornano a chiudersi dopo l’ultimo risciacquo, lasciando così la nostra chioma più porosa e priva di brillantezza.

Un ottimo rimedio della nonna per questo problema consiste proprio nell’utilizzare succo di limone: la sua acidità serve a ripristinare il pH naturale dei capelli e a chiudere le loro squame, evitando che perdano l’umidità e l’idratazione che necessitano per essere sempre lucenti. Per usufruire dei benefici di questa sostanza portentosa ci sono diversi metodi, andiamo ad analizzarli.

Il più semplice consiste nel ricavare del succo di limone e diluirlo in acqua, utilizzando poi il composto per sciacquare i capelli al termine del lavaggio. Un’altra opzione prevede l’uso di alcune gocce di olio essenziale di limone: non dovrete far altro che aggiungerle ad un cucchiaino di olio vegetale e diluire il tutto in un bicchiere d’acqua da applicare sul cuoio capelluto. Ancora, potrete acquistare delle compresse di vitamina C e tritarle, aggiungendo la polvere al vostro shampoo per un’azione costante nel tempo.

Per un risultato ancora più brillante, aggiungete due cucchiai di aceto di mele all’opzione da voi preferita, distribuendo il composto uniformemente sui capelli e lasciandolo riposare per alcuni minuti. Dopo l’ultimo risciacquo, potrete notare una chioma molto più lucente e dal colore vivido.

Questi rimedi sono molto utili anche per chi vuole schiarire i capelli: l’acido citrico contenuto nel limone è infatti un agente sbiancante, che potenzia l’azione del sole sulla nostra chioma. Inoltre, questa sostanza agisce anche a livello del cuoio capelluto, equilibrando la produzione di sebo sulla base delle particolari esigenze di ciascuna di noi. Massaggiando il succo di limone (in qualsiasi sua forma, come abbiamo visto prima) potrete ridurre la forfora e assorbire l’eccesso di sebo.

Se è vero che l’azione diretta dei raggi solari sui capelli dopo l’uso del succo di limone potenzia i suoi effetti, non bisogna esagerare: un’esposizione prolungata potrebbe portare ad un indebolimento della chioma. Per evitare di danneggiare i capelli, è consigliabile rimanere al sole fin quando il succo di limone non si è asciugato, e comunque per non più di un’ora. Un cucchiaio di olio vegetale può contribuire a proteggere ancora di più la nostra chioma.

Ricordiamo inoltre che le pelli particolarmente sensibili potrebbero reagire con un’infiammazione all’uso del succo di limone. Questo rimedio è da evitare in caso di psoriasi o di eczema, e se avete dei dubbi provate prima sulla pelle del braccio il composto che vorrete utilizzare: se si verificano reazioni indesiderate, non applicatelo sui capelli.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Limone, come rendere i capelli brillanti col suo succo