Lavatrice, cosa fare quando finisce l’ammorbidente

Se finisce l'ammorbidente in casa, è facile sostituirlo con prodotti che tutti abbiamo in dispensa e reperibili senza sforzo

Fare il bucato è una di quelle faccende domestiche da non trascurare per evitare di ritrovarsi la casa invasa da cumuli di vestiti da lavare. A volte però, presi dalla frenesia della quotidianità, possiamo dimenticare di stare al passo con la spesa, e dimenticare uno dei prodotti fondamentali per il lavaggio. Si tratta dell’ammorbidente, importantissimo per ottenere un bucato soffice, morbido e profumatissimo.

Può succedere così di ritrovarsi in casa senza ammorbidente, ma non è necessario farne una tragedia: in nostro aiuto possono arrivare dei prodotti che tutti abbiamo in casa, delle alternative naturali e facilmente reperibili nella nostra dispensa. La scelta di soluzioni diverse può essere dovuta anche a problemi di sensibilità della pelle e allergie, perché i classici ammorbidenti possono scatenare facilmente dermatiti, soprattutto nei bambini e nei soggetti più delicati. È possibile quindi pulire e profumare i vestiti con prodotti che garantiscano comunque un effetto eccezionale sui capi.

Bicarbonato di sodio

Nella nostra dispensa non può mai mancare: il bicarbonato di sodio, grande alleato in cucina, è anche un’ottima alternativa naturale all’ammorbidente. Questa sostanza, grazie alla sua capacità di addolcire l’acqua troppo ricca di calcare e a quella di ridurre l’elettricità statica che si forma sui tessuti, può aiutarci a ottenere un bucato morbido e profumato.

Per utilizzare il bicarbonato al posto dell’ammorbidente sarà sufficiente scioglierne qualche cucchiaino in un bicchiere pieno d’acqua, mescolare e metterlo nella lavatrice. Per profumare ulteriormente il bucato potete anche aggiungere alcune gocce di olio essenziale alla lavanda, al gelsomino o della profumazione che preferite: non ve ne pentirete.

Aceto bianco

Un altro prodotto perfetto per ammorbidire i tessuti e avere dei capi profumati è l’aceto bianco, che può venirci facilmente in soccorso grazie al suo costo bassissimo e alla sua facile reperibilità. Si trova infatti in tutte le case e come rimedio naturale risulta essere tra i più efficaci come alternativa all’ammorbidente.

Basterà aggiungerne mezzo bicchiere al lavaggio per avere un bucato morbidissimo. Fate attenzione a non far entrare in contatto diretto i panni con il liquido: per il suo utilizzo occorre versarlo nella vaschetta del detersivo, nello scomparto in cui si metterebbe l’ammorbidente.

Se avete il timore che il vostro bucato prenda uno sgradevole odore d’aceto potete stare tranquilli: trattandosi di una sostanza volatile sparirà durante l’asciugatura, lasciando i capi colorati anche più brillanti. Provare per credere!

Acido citrico

Reperibile senza particolari difficoltà in ogni supermercato, l’acido citrico è l’ingrediente principale di un ammorbidente fai da te naturale perfetto. Molto efficace e ideale per chi soffre di allergie provocate dai classici ammorbidenti, è facilissimo da preparare in casa: basta versare 500 ml di acqua in una bottiglia di plastica, aggiungere 20 g di acido citrico in polvere, agitare bene e versare 50 ml della soluzione ottenuta nella vaschetta dell’ammorbidente.

Come nel caso del bicarbonato, potete profumare questa miscela con un olio essenziale di vostro gradimento, dalla lavanda, passando per limone, eucalipto, muschio bianco, gelsomino: le alternative in commercio sono numerose. Ne bastano poche gocce per regalare al bucato un profumo irresistibile.