Bacopa

Specie perenne acquatica o palustre, con fusti carnosi, ramificati e ricoperti da una sottile peluria, striscianti ed eretti, che crescono prevalentemente sott’acqua e portano foglie piccole e spesse, di color verde chiaro. I germogli che emergono dall’acqua, producono numerosi fiorellini a 5 petali, bianchi o lilla. Può essere coltivata come pianta sommersa in acquario, oppure sulle rive di laghetti o corsi d’acqua; in questo caso non produce fiori.

Descrizione

  • Famiglia – Scrophulariaceae
  • Genere – Bacopa comprende specie erbacee annuali e perenni
  • Nome botanico – Bacopa spp (specie varie)
  • Provenienza – Regioni tropicali e subtropicali di Asia, America, Australia e Africa
  • Sviluppo – Medio
  • Altezza – 15-30 cm
  • Difficoltà – Facile
  • Periodo fioritura – Estate se all’asciutto

La manutenzione

  • Esposizione: Luminosa, sia pieno sole che penombra
  • Temperatura: Ideale 20 °C, minima 15 °C, massima 25 °C
  • Umidità: Elevata
  • Terriccio: Ben drenato e sabbioso, molto ricco di sostanza organica e di minerali
  • Acqua: Sia tenera che dura, ph acido
  • Concimazione: Durante il periodo vegetativo, ogni 2-3 settimane, con un concime per piante acquatiche
  • Rinvasatura: Non si esegue
  • Potatura: Non si esegue
  • Moltiplicazione: Per seme: a inizio primavera in semenzaio; mettetele a dimora quando i fusti hanno raggiunto i 10-15 cm di lunghezza

Il rimedio

La Bacopa non viene colpita da parassiti o malattie

Il consiglio

Generalmente la Bacopa viene coltivata su terreno umido e solo successivamente viene collocata in acquario, dove cresce senza eccessive difficoltà

Lascia un commento

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bacopa