Dieta, le migliori della settimana dal 3 al 9 giugno

Schemi e consigli per prendersi cura del proprio corpo sbloccando il metabolismo, senza dimenticare il gusto

L‘inizio dell’estate è un momento fantastico per acquisire una nuova consapevolezza della cura del corpo.

Fondamentale a tal proposito è l’alimentazione, con la scelta di diete dimagranti e depurative utili ad affrontare al meglio la prova costume.

Uno di questi regimi è la dieta alcalina, che aiuta non solo a perdere peso, ma anche ad attenuare l’acidità dell’organismo, con numerosi vantaggi per il benessere generale (miglioramento della qualità del sonno, prevenzione di malattie infiammatorie come l’artrite etc).

Con la Ice Diet, metodo apprezzato da attrici come Renée Zellweger, si fa invece riferimento alla capacità che il nostro corpo ha di bruciare calorie a seguito dell’introduzione di alimenti molto freddi o ghiacciati. Basato su spuntini all’insegna di granite, sorbetti e ghiaccioli, questo regime va associato a uno stile di vita sano, contraddistinto da un’alimentazione ipocalorica e dall’attenzione all’attività fisica.

Per prendersi cura del proprio corpo, in vista dell’appuntamento con le vacanze è importante considerare anche l’efficienza del metabolismo, quasi sempre alla base delle difficoltà nel perdere peso.

Chi vuole dare una scossa a questa situazione può provare la dieta delle 72 ore, un regime che consente, nel lasso di 3 giorni, di perdere un paio di chili e di riattivare il metabolismo grazie a uno schema basato su cibi low carb.

Quando si parla di diete è però essenziale tenere a mente anche le potenzialità che il cibo ha nel prevenire alcune malattie, come per esempio le patologie degenerative. Efficace a tal proposito è la dieta Kousmine, frutto degli studi della Dottoressa Catherine Kousmine. Questo regime, che si basa su 5 pilastri, permette di perdere circa una decina di chili.

Super estiva è invece la dieta delle ciliegie, un regime che mette al centro questi straordinari frutti, benefici in quanto ricchi di fibre e di potassio. Da seguire per non più di una settimana, consente di perdere circa 3 kg.

Chi proprio non ha intenzione di rinunciare ai propri piatti preferiti può scegliere la dieta Maco. Ideata dalla biologa nutrizionista Elisabetta Marcosini, è un percorso su misura costruito sulla base non solo dei gusti, ma anche delle abitudini quotidiane di chi lo segue (orari di lavoro, impegni familiari etc).

Questo schema dedica molto spazio all’ascolto del paziente da parte del nutrizionista, con il fine di aiutare a capire che il cibo non è un nemico ma un alleato prezioso del benessere.

Tutte queste diete vanno iniziate dopo aver chiesto il parere del proprio medico curante e dopo aver effettuato gli eventuali esami del sangue prescritti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 3 al 9 giugno