Gli attacchi di fame possono nascondere carenze nutrizionali

Gli attacchi di fame sono un importante sintomo di severe carenze nutrizionali, per questo motivo ci tendono degli agguati facendoci mangiare come se non ci fosse un domani

Gli attacchi di fame sono pulsioni incontrollabili che ci rapiscono in momenti inaspettati e ci costringono a sgranocchiare qualche prelibatezza proibita e mangiare fuori pasto, mandando all’aria tutti i nostri buoni propositi di dieta. Questa impellente necessità, dettata non sicuramente da un istinto primordiale di sopravvivenza e che ci porta a capitolare di fronte a cibi estremamente grassi e poco sani, è legata ad un’importante carenza nutrizionale. Difatti, gli attacchi di fame sono una disperata richiesta da parte del nostro corpo di nutrienti ben specifici e, secondo una teoria, è possibile sostituire quei determinati “cibi spazzatura”, per i quali si sta letteralmente morendo di fame, con altri cibi decisamente più sani, colmando quasi del tutto l’attacco di fame infame!

Esistono anche vari cibi tampone che aiutano a contrastare fortemente le crisi rendendo sazi e riducendo la produzione di ormoni della fame. Lamponi, frutta secca, legumi e uova sono questi gli alleati contro gli attacchi di fame ma, tuttavia, non sempre è possibile averli a portata di mano. Inoltre non si tratta solo di arginare la crisi ma di capire che il nostro corpo fa i capricci perché è in serio deficit nutrizionale che comporta un malessere psicofisico della persona da non ignorare assolutamente. Per cui, è doveroso prendere in considerazione gli attacchi di fame e prevenire una varietà di eventi spiacevoli. La carenza nutrizionale può essere legata alle vitamine, ai minerali, ferro, magnesio, iodio, manganese, sodio, potassio e tanti altri ancora.

Questi elementi sono essenziali per il regolare funzionamento del nostro organismo, ecco perché quando vengono a mancare siamo in preda a nervosi attacchi di fame da soddisfare il prima possibile. Ma, è possibile ridurre ai minimi termini la tensione di queste crisi fameliche sostituendo i cibi desiderati con altri più sani dalle stesse proprietà. Per esempio, se si desidera fortemente un pezzo di formaggio, si registra un forte calo di calcio e acidi grassi contenuti anche nel cavolo riccio, una brassica dal carattere versatile e facilmente abbinabile in cucina. Oppure, se si ha un’irresistibile voglia di cioccolato, la carenza in questione è di magnesio, rimediabile con scaglie di cacao fondente, dal potere antiossidante e antidepressivo, e cereali ricchi di fibre, proteine e dall’elevata energia nutritiva grazie all’amido.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gli attacchi di fame possono nascondere carenze nutrizionali