Olio di monoi: sapete cos’è, a cosa serve e come si usa?

Già sentito parlare di olio di monoi tiarè? Si tratta di un olio utile per la bellezza della pelle e dei capelli. Ecco perché e come si usa.

L’olio di monoi tiarè è un prodotto originario di Tahiti e si ottiene dall’unione dei fiori di gardenia tahitiana, appartenente al genere Gardenia Tahitensis, e dell’olio di cocco spremuto a freddo dalla polpa di cocco essiccata al sole.

Protegge la pelle
L’olio di monoi tiarè essendo ricco di antiossidanti, in particolare vitamina E e acido ferulico, aiuta la pelle a restare giovane e a contrastare l’azione dei radicali liberi. in estate è utile per favorire l’abbronzatura, preservando la pelle dalla disidratazione  causata dai raggi solari. La presenza di salicilato di metile permette all’olio di avere un’azione anti arrossamento dopo l’esposizione solare.

Per avere capelli sani e lucenti
L’olio di monoi tiarè protegge la chioma dai danni provocati dagli agenti nocivi, come inquinamento, sole, freddo intenso, salsedine del mare, cloro delle piscine, l’uso di phon a temperature elevate, piastre per capelli, spazzolamenti eccessivo, utilizzo di prodotti e accessori che mettono a prova il capello e lo impoveriscono. Oltre a proteggerli, idrata, nutre e mantiene lucidi i capelli. Tutto ciò grazie all’acido laurico contenuto nell’olio di cocco che favorisce la riparazione delle fibre che compongono i capelli. Quest’olio lenisce inoltre infiammazioni, irritazioni e prurito a carico del cuoio capelluto.

Come si usa per la pelle
L’olio di monoi tiarè può essere applicato sulla pelle prima e dopo l’esposizione solare per mantenere l’idratazione dell’epidermide. Non essendo dotato di filtri, va utilizzato insieme a una crema solare con filtri protettivi. Quest’olio può essere regolarmente usato sulla pelle secca e se ne possono fare degli impacchi da mettere sulle zone più disidratate, come i gomiti e le ginocchia. Si rivela utile anche per prevenire le smagliature mantenendo elastica l’epidermide. Si aggiunge all’acqua calda per fare pediluvi o maniluvi emollienti. Applicato sul viso come una comune crema, ha un’azione antirughe. Può essere usato anche per struccarsi esattamente come si fa con il latte detergente oppure come olio da massaggio su alcune parti del corpo con effetti lenitivi.

Come si usa sui capelli
L’olio di monoi può essere usato sui capelli sia umidi sia asciutti. Frizionato sulle punte evita che si secchino. Si può applicare sui capelli come un impacco prima dello shampoo per dare nutrimento lasciandolo agire per circa venti minuti, tenendo la chioma avvolta in una cuffia di plastica o nella pellicola trasparente. Questo impacco è indicato anche se si soffre di forfora. Si rivela utile inoltre per rendere morbidi i capelli, soprattutto quelli rovinati o che tendono a diventare crespi, come quelli ricchi, quelli tinti o decolorati.

Olio di monoi: sapete cos’è, a cosa serve e come si usa?