Come mantenere l’abbronzatura più a lungo: tutti i consigli

Se vuoi prolungare l'abbronzatura il più possibile, ecco tutti gli step e i consigli da seguire per mantenere un colorito uniforme più a lungo

Foto di Camilla Cantini

Camilla Cantini

Makeup artist, beauty editor, content creator

Makeup Artist, Beauty Editor e Content Creator, Camilla ha una visione del mondo beauty a 360°: da insider e da appassionata, da addetta ai lavori e da consumatrice.

Al rientro dalle vacanze, l’unico desiderio, oltre partire di nuovo, è capire come mantenere l’abbronzatura più a lungo. Dopo tanta fatica, con le giornate che si accorciano e il sole che inizia a scarseggiare, ci manca solo dover salutare l’abbronzatura prima del tempo. Ecco allora qualche suggerimento per prolungare l’abbronzatura il più a lungo possibile, ricordando sempre che l’abbronzatura è un’arma di difesa della pelle e quindi bisogna prestare particolare attenzione quando ci si espone al sole.

foto panoramica donna stesa sulla spiaggia con mare cristallino

Primo step: proteggere la pelle per mantenere l’abbronzatura

Il primo step per ottenere una tintarella a regola d’arte e far durare l’abbronzatura nel tempo è proprio proteggere la pelle durante l’esposizione. Non è vero che con la protezione solare non ci si abbronza, lo si fa in maniera graduale e più cosciente, non danneggiando la pelle ed evitando un invecchiamento precoce, ma soprattutto di incorrere in gravi malattie. Inoltre, abbronzandosi senza fretta, idratando la pelle e proteggendosi con un buon SPF, si eviterà che si spelli e squami, evitando un’abbronzatura a macchie e che va via subito.

donna al mare con costume nero e cappello di paglia che applica crema solare sulla schiena con sfondo spiaggia e mare

Ricordati di applicare una protezione solare adatta al tuo fototipo e di stenderla 15-20 minuti prima di esporti al sole per permettere al prodotto di asciugarsi e di stenderlo con cura su tutto il corpo, evitando anche di spalmare la protezione sulla pelle già piena di sabbia o leggermente sudata. Riapplicala dopo aver sudato a lungo o dopo aver fatto il bagno, anche se è waterproof. Non dimenticare poi di usarla anche in città, in montagna o se vai a fare una passeggiata, perché il sole è sempre lo stesso.

donna con costume nero sdraiata sulla spiaggia a prendere il sole si copre gli occhi con la mano

Cosa fare sotto la doccia per far durare più a lungo l’abbronzatura

Per preservare l’abbronzatura a lungo è importante anche come detergi il corpo. Attenzione alla doccia, al bagno, a quali prodotti utilizzi e applichi. Una giusta skincare routine viso e corpo aiuta a mantenere la tintarella più a lungo, con un colorito luminoso e perfetto, senza macchie. 

mano che regge spugna rosa insaponata a forma di cuore

Non usare l’acqua calda per prolungare l’abbronzatura

Per mantenere l’abbronzatura a lungo è importante regolare la temperatura dell’acqua in modo che non sia calda. L’acqua calda, infatti, tende a favorire la disidratazione, ecco perché sarebbe meglio evitare il bagno ma preferire una doccia con acqua fresca o tiepida. L’acqua calda tende a seccare e far desquamare la pelle e, di conseguenza, far perdere l’abbronzatura più in fretta, lasciandola a macchie. Una volta terminata la doccia, poi, non sfregare la pelle con l’asciugamano o l’accappatoio ma ricordati di tamponare, proprio come per i capelli, per evitare l’accelerazione della perdita di colorito. Da evitare, ovviamente, anche i bagni in piscina, non solo per non stare troppo a contatto con l’acqua, ma anche perché il cloro è nemico dell’abbronzatura.

foto sfocata di donna sotto la doccia

I prodotti da usare sotto la doccia

Per far durare il più possibile l’abbronzatura è importante anche la scelta dei detergenti per lavare il corpo, che devono essere delicati, idratanti e lenitivi. Meglio optare per bagnoschiuma senza tensioattivi aggressivi e prodotti senza alcool, che seccherebbero troppo la pelle. Usa oli lavanti o bagnoschiuma molto cremosi e controlla che tra gli ingredienti, oltre a non esserci tensioattivi aggressivi e alcool, siano presenti sostanze nutrienti, vitamine e attivi idratanti, per mantenere inalterato il film idrolipidico della pelle e contribuire a non seccarla. Ovviamente non è che usare un bagnoschiuma piuttosto che un altro “lavi via” l’abbronzatura, ma sicuramente usarne di più idratanti aiuta a far desquamare meno o più lentamente la pelle.

primo piano gambe donna con costume nero che fa doccia con spugna bianca in mano

Un altro ottimo prodotto da usare sotto la doccia è lo scrub e no, sfatiamo un falso mito, non è vero che esfoliando la pelle l’abbronzatura va via prima. Anzi, tutto il contrario: esfoliare delicatamente la pelle permette di rimuovere lo strato superficiale di cellule morte, rendendo così il colorito rimasto più vivido, brillante ed eliminando la patina spenta e grigia. Le cellule morte che creano questo strato si staccherebbero da sole e uno scrub accelera solo questo processo. Quello che dà il colorito vero e proprio, cioè la melanina, risiede più in profondità, quindi non è possibile lavare o grattare via l’abbronzatura con uno scrub. Meglio un’abbronzatura apparentemente più leggera e uniforme piuttosto che un colorito più scuro sì, ma con chiazze più chiare e non omogeneo.

donna abbronzata di schiena che si lava i capelli sotto la doccia

Anche con l’esfoliazione è importante non esagerare ed eseguirla una volta a settimana, prediligendo prodotti molto delicati, con granuli fini, in modo da non irritare la pelle. Anche in questo caso no all’alcool e devono essere presenti ingredienti emollienti e idratanti, ottimi gli oli. Un semplice scrub fai da te si può realizzare con zucchero bianco ed olio di mandorle dolci. Si mescolano i due ingredienti insieme e si passa il composto sulla pelle bagnata. Lo zucchero ha un’azione esfoliante delicata perché a contatto con la pelle tende a sciogliersi mentre l’olio rimarrà sulla pelle anche una volta sciacquato per un’azione elasticizzante, oltre che nutriente.

primo piano schiena donna abbronzata sotto la doccia con mani dietro il collo e capelli bagnati

Far durare l’abbronzatura idratando in profondità la pelle

Dopo la doccia è il momento di idratare la pelle in profondità per mantenere l’abbronzatura più a lungo. Il sole, il sale e il vento tendono a seccare maggiormente la pelle ed è importante utilizzare una crema idratante ogni giorno, proprio come sul viso, per evitarne la disidratazione ed evitare così che si spelli. Se hai già un doposole che hai usato in vacanza puoi continuare ad usarlo, perché sono prodotti già formulati con attivi molto idratanti e lenitivi, che aiutano a rigenerare la pelle dopo l’esposizione solare, quindi sono perfetti da usare anche a casa per prolungare l’abbronzatura.

primo piano gambe di donna con accappatoio bianco seduta sul letto che stende crema

Un trucchetto, per la pelle molto secca e bisognosa di nutrimento e idratazione, è quello di usare un olio al posto della crema. Meglio ancora se è utilizzato sotto la doccia, sulla pelle ancora umida, per permettere all’olio di penetrare più in profondità. Ricorda di applicare la crema almeno una volta al giorno, se riesci meglio al mattino e alla sera come per la crema viso.

primo piano mani donna nera con accappatoio bianco che preleva crema bianca da tubetto

Come mantenere l’abbronzatura sul viso

Per mantenere l’abbronzatura sul viso, ovviamente, servono prodotti specifici per questa zona delicata, che non solo va protetta adeguatamente durante tutto l’anno perché sempre esposta ai raggi del sole ed è quindi la prima ad abbronzarsi, ma anche perché il viso viene lavato ed esfoliato spesso, al mattino, alla sera o quando si rimuove il makeup ed è quindi la prima zona a perdere l’abbronzatura. Un ottimo ingrediente per mantenere la pelle idratata senza appesantirla è l’acido ialuronico, che apporta un boost di idratazione adatto anche alla pelle mista o grassa.

primo piano di volto di donna bionda con occhi azzurri allo specchio che applica crema sul viso

Per quanto riguarda il detergente, utilizzane uno delicato e idratante e, se ti è possibile, utilizza meno makeup possibile, evitando quello waterproof. Così facendo sarà più facile rimuoverlo con un prodotto specifico senza sfregare troppo insistentemente la pelle. Ottima la doppia detersione con un olio per sciogliere il trucco, seguito da un detergente delicato per evitare di seccare la pelle. Come idratante, un siero all’acido ialuronico, come già detto, è perfetto su ogni tipo di pelle, da usare da solo su pelli miste e grasse o in combinazione con una crema più ricca sulle pelli più secche e disidratate.

primo piano mani che prelevano crema azzurra da barattolo

Un trucchetto per mantenere l’abbronzatura d’inverno

Se vuoi mantenere l’abbronzatura d’inverno o meglio ancora desideri mantenere l’abbronzatura tutto l’anno, questo trucchetto ti tornerà sicuramente utile. Probabilmente hai già sentito parlare o hai già usato gli autoabbronzanti, prodotti che tramite una reazione chimica scuriscono superficialmente la pelle. Invece che aspettare che l’abbronzatura sia sparita e applicare un autoabbronzante, ritrovandoti scura dall’oggi al domani, puoi usare un autoabbronzante graduale oppure utilizzarne poco quotidianamente, da miscelare alla tua crema idratante. Così facendo, applicando la crema “potenziata” ogni giorno, manterrai il colorito sempre uniforme, l’effetto risulterà più realistico e non ti accorgerai che la vera abbronzatura piano piano se ne sta andando.

donna mora sorridente vestita di bianco sdraiata su un prato che si regge la spalla con una mano

Curare l’alimentazione per mantenere l’abbronzatura più a lungo

Un aspetto da non sottovalutare per prolungare l’abbronzatura ma in generale favorire il benessere della pelle è curare l’alimentazione. Per idratarla, infatti, è fondamentale bere molto, almeno due litri di acqua al giorno. Le vitamine sono importanti, prediligi quindi il consumo di frutta e verdura, in particolare gialla e arancione perché contengono molti antiossidanti. Quella verde, invece, è ricca di vitamina A, C e ferro. Gli Omega3 contenuti nel pesce, nei legumi e nella carne sono essenziali per combattere i radicali liberi e non dimenticare l’olio di oliva e la frutta secca, fonti di vitamina E.

primo piano donna abbronzata con costume arancione e capelli scuri che prende il sole a bordo piscina

Per far durare l’abbronzatura evita profumo e aria condizionata

Un ottimo rimedio per tenersi attivi, in forma e mantenere l’abbronzatura più a lungo sfruttando le ultime giornate di sole ma, soprattutto, vestiti, pantaloni corti e canottiere è quello di fare lunghe passeggiate. Attenzione però ad applicare comunque la crema solare, perché le ustioni sono dietro l’angolo, anche se non si è fermi sulla spiaggia a prendere il sole.

Un altro piccolo consiglio per prolungare l’abbronzatura è quello di evitare il profumo e in generale tutti i prodotti contenenti alcool. Tende a seccare e disidratare molto la pelle, favorendo la desquamazione che, abbiamo visto, è la prima nemica di una tintarella duratura perché seccando la pelle potrebbe causare chiazze.

donna sdraiata su lettino prende il sole leggendo un libro con sfondo spiaggia e mare

Proprio per questo sarebbe da evitare anche l’aria condizionata o limitarne l’uso alle giornate più torride, perché anche in questo caso l’aria molto secca, secca la pelle, disidratandola e facendola desquamare. Per chi passa molte ore in ambienti chiusi con aria condizionata, un’ottima idea è quella di tenere a portata di mano una crema idratante da applicare al bisogno o magari in pausa pranzo, per ripristinare la corretta idratazione.

primo piano sfocato donna con cappello e occhiali da sole che riposa sulla spiaggia

Mantenere l’abbronzatura con rimedi naturali: il mallo di noce

Se sei alla ricerca di rimedi naturali per mantenere l’abbronzatura l’ideale è utilizzare il mallo di noce. È un colorante naturale derivato, appunto, dal mallo della noce, che si presenta in forma liquida o in polvere ed è di un colore marrone scuro. Macchia molto la pelle e spesso viene usato anche per tingere o rilessare i capelli scuri. È quindi un ottimo alleato per far durare di più l’abbronzatura e si potrebbe quasi definire un autoabbronzante naturale. Non si può usare puro sulla pelle, ma puoi preparare o acquistare un oleolito di mallo di noce da usare sul corpo o da aggiungere in piccole quantità alla tua crema idratante, per ottenere un colorito naturale, con un ingrediente tutto naturale. In alternativa, cerca saponi e creme formulate già con questo ingrediente, sicuramente la scelta più facile e veloce.