Depilazione ascelle: quello che devi sapere per averle morbide e profumate anche in estate

Troppo spesso lasciate per ultime, le ascelle meritano qualche momento di attenzione in più specialmente in estate, quando diventano protagoniste.

Gaia Magenis Beauty Editor Gaia Magenis, 1987, designer per laurea e beauty editor per lavoro: appassionata di make-up, ossessionata dai rossetti. Scrivo di bellezza a 360 gradi: dai prodotti ai trend passando per il mondo dell'inclusivity.

Un colpo di rasoio e via. Quante volte ti sarà successo che, dopo aver indossato il tuo tank top preferito o il costume che hai cercato in ogni dove, ti sarai accorta che le ascelle avevano bisogno di essere depilate? Spesso e, alla fine, il rasoio ti salva la serata, sempre.

depilazione ascelleForse perché è un’area piccola, forse perché la si mostra ma neanche troppo, ma le ascelle vengono sempre poco considerate soprattutto quando si parla di depilazione. Eppure questa area è estremamente delicata e ha bisogno di maggiore attenzione per essere sempre al top e, soprattutto, non sviluppare odiose e dolorose follicoliti.

Ecco qualche consiglio utile dedicato alla depilazione delle ascelle: consigli e trucchi per averle morbide e sempre profumate.

Perché farlo (oppure no)

La depilazione delle ascelle è un tema scottante e sui cui si dibatte da diverso tempo: meglio farlo o non farlo? Noi non abbiamo la risposta perché, alla fine dipende dalla scelta di ognuna e di ciò che fa stare bene, ma possiamo suggerirti qualche dettaglio in più.

La depilazione delle ascelle riguarda sicuramente l’aspetto estetico, ma non solo. Eliminare i peli di questa area permette di rimanere più fresche oltre a ridurre la sudorazione (specialmente nei periodi più caldi), limitando così anche il proliferare di batteri.

I motivi per non farlo, invece, sono molto limitati e sono riferite solo e solamente l’estrema sensibilità e irritabilità della zona in questione. E, proprio per questo motivo, è bene individuare il metodo corretto per eliminare i peli sotto le ascelle.

Leggi anche: Depilazione fai da te a casa: come trasformare la ceretta (e non solo) in un momento di relax

Con la crema depilatoria

La crema depilatoria, che soffoca il pelo dal punto in cui emerge dalla superficie della cute, è un ottimo metodo per affrontare la depilazione delle ascelle. L’area è delicata, ma può benissimo sopportare la formulazione chimica pensata per la crema.

Ovviamente bisogna tenere ben presente che, non estirpando il pelo dalla radice e dal bulbo, la ricrescita sarà molto veloce e quindi bisognerà ripetere il trattamento spesso. Ma ricorda che basteranno sol 10 minuti di posa: veloce e indolore.

Con il rasoio

È il metodo più rapido di tutti e, come abbiamo già detto, anche il più utilizzato nelle situazioni di “emergenza”. Usando una lametta bilama o trilama si potranno eliminare velocemente i peli che, anche in questo caso, ricresceranno abbastanza velocemente e causando un po’ di prurito.

Attenzione, però, questa anche area non è dritta e liscia ma piuttosto concava ed è quindi molto facile ferirsi durante il passaggio della lama.

Con il laser

Insieme alla zona inguinale, quella delle ascelle è una delle aree che più spesso vengono sottoposte alla depilazione con laser. I motivi sono diversi: sia perché in questa area i peli tendono a essere più scuri e quindi ci sono più possibilità di riuscita del trattamento sia perché l’area è più contenuta e quindi ci vogliono meno sedute.

Con la cera

Scegliere la cera, a caldo o a freddo, è un ottimo modo per depilare le ascelle. Trattandosi di una zona molta delicata, è bene applicare con attenzione il prodotto ed evitare, nel caso di cera a caldo, che sia di una temperatura troppo elevata.

Basterà applicarla, coprire con una striscia o aspettare che solidifichi nel caso in cui si usi una cera senza strisce, e poi strappare nel senso contrario a quello di crescita del pelo.

Il nostro consiglio, poi, è quello di applicare una buona dose di borotalco prima di stendere la cera o applicare la striscia di cera a freddo. Il borotalco, infatti, agisce asciugando l’area e permettendo così alla cera di migliorare la presa sul pelo e facilitarne lo strappo.

Attenzione, poi, alle pelli più sensibili che, a fronte dello strappo, potrebbero sviluppare alcuni episodi di follicolite o ingrossamento dei linfonodi a causa del trauma da strappo.

Post epilazione: cosa fare?

Post epilazione delle ascelle è bene fare attenzione alla reazione che potrebbe avere questa area così delicata. Probabilmente potresti vedere comparire qualche piccolo puntino rosso, precursore della follicolite. Niente panico: passa un disinfettante senza alcool e attendi l’evolversi della situazione.

Se la situazione dovesse poi aggravarsi potrai provare con una pomata cortisonica che andrà a lavorare sul singolo follicolo ingrossato (ma in questo caso meglio chiedere almeno, al proprio farmacista di fiducia.

Altro consiglio, poi, riguarda deodoranti o anti deodoranti. Evita nelle prime ore dalla depilazione qualsiasi tipo di prodotto, specialmente quelli spray, che contengano alcool. L’area delle ascelle sarà estremamente irritata e potresti causare fastidiosi bruciori o irritazioni. Opta invece per deodoranti in crema da applicare in crema sotto le ascelle sfruttano così l’azione idratante e quella antiodore.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Depilazione ascelle: quello che devi sapere per averle morbide e profu...