Capelli mossi estate 2022: look e acconciature per capelli “messy” con stile 

Spettinati, selvaggi e leggermente wild, le chiome per l'estate 2022 sono al naturale

Foto di Malvina Berti

Malvina Berti

Beauty Editor

Beauty editor dal 2017, ha collaborato con le più importanti realtà editoriali, da Condé Nast a Hearst, passando per il gruppo RCS. Capo redattore del ClioMakeUp Blog (2017-2019) ha vinto il premio MacchiaNera Internet Awards nel 2018 come "Miglior sito di bellezza".

Mossi, ricci e pure selvaggi: i capelli per l’estate 2022 vogliono sentirsi liberi. Chiome vaporose e spettinate (ma a regola d’arte) sono tra le tendenze per la “summer season” perché permettono di sentirsi rilassate e non pensare a styling troppo elaborati da ottenere.

Dalle onde in stile Botticelli, alle più classiche beach waves e passando per le 3D Curls, le tendenze per l’estate 2022 parlano chiaro e arrivano direttamente dal social più amato dalla Gen Z, TikTok e dai saloni, dove le nuove collezioni primavera-estate includono ogni tipo di movimento, per capelli mossi, ricci e afro. A svelarcele l’hairstylist Alex Cappelletti, Salon Director di TONI&GUY di Bologna.

Tendenze capelli mossi, quali saranno le asciugature dell’estate 2022

«Primo fra tutti, il trend più hot dell’estate, esploso da TikTok e ormai sulla bocca di tutti sono le “3D Curls”».

«Più di una tendenza è un lifestyle che grida al mondo di accettare la propria texture senza compromessi, fino a farne uno statement. Basta forzare i capelli in forme e tessiture artificiali e standardizzate. Il trend è quello di enfatizzare il proprio movimento naturale e unico come elemento distintivo da sfoggiare» inizia a spiegare Alex Cappelletti.

Ed è assolutamente vero, sempre più celebrity stanno abbracciando la natura dei loro capelli, ne sono un’esempio Paola Turani da sempre fiera sostenitrice dei suoi capelli ricci e – oltreoceano – Alicia Keys, che abbraccia una filosofia skin e hair natural.

Quali sono i look più richiesti in salone?

«Quest’estate la lunghezza più richiesta è il Mid-length cut, il cosiddetto taglio “alla clavicola” che per anni è stato visto come una misura di passaggio, ora invece è il look del momento, grintoso e versatile allo stesso tempo.

Per i capelli mossi o ricci non resta che sbizzarrirsi in tutte le versioni “nature” dei vari Mullet, wolfcut o Shag, che mai come adesso vengono mixati per far esprimere al meglio l’anima riccia delle chiome.

Richiestissime anche le versioni mosse dei bob anni ’90 con riga in mezzo e lunghezza tagliata sotto lo zigomo» continua l’esperto.

Capelli mossi al mare, come prendersene cura e averli perfetti la sera

«Per la cura dei capelli al mare valgono più o meno le regole di buon senso generali: quindi proteggere i capelli durante il giorno con creme o spray protettivi con filtro solare, e se possibile utilizzare un cappello o una bandana sotto il sole diretto, soprattutto su capelli molto trattati chimicamente.

Prima del bagno assicurarsi che i capelli siano ben idratati (utilizzando un leave-in conditioner o un olio nutriente) in modo da evitare l’effetto spugna dei capelli, una volta in acqua. In questo modo la fibra capillare assorbirà meno salsedine e altre sostanze dannose per la chioma.

Inoltre ricordiamoci che i capelli ricci necessitano di molto più prodotto in termini quantitativi rispetto a quelli lisci. La sera è importante detergere i capelli con uno shampoo specifico per il post spiaggia, e utilizzare una maschera nutriente ed idratante.

Inoltre in estate possiamo evitare asciugature troppo lavorate o fonti di calore come ferri o piastre. I capelli appariranno più naturali e non andremo a rovinare la chioma».

Effetto messy (ma con stile) come ottenerlo?

«Come dicevamo la tendenza più richiesta del momento sono le “3D Curls” e il modo migliore per ottenere questo look effetto messy wet, è quello di applicare un gel a forte tenuta da capelli bagnati e poi asciugare parzialmente utilizzando un diffusore, per dare struttura e sostegno alla propria texture naturale».

Una volta terminato con il diffusore basterà asciugare i capelli all’aria fino a che non sono asciutti al 100%. A questo punto bisognerà massaggiare le ciocche con le mani in modo da “rompere” la forma e dare all’hairstyle un aspetto più vissuto senza però fare scorrere le dita fra i capelli o peggio ancora pettinare perché in questo caso si andrebbe a distruggere l’effetto a cavatappi.

Infine, si può terminare lo styling con un prodotto super luminoso come uno spray o un olio per conferire all’intero look uno stile wild e chic allo stesso tempo».

Acconciatura raccolta capelli mossi, le tendenze di stagione

Quando si parla di capelli mossi tutto è permesso, è più facile ed immediato, visto che i volumi nascondono tutte le imperfezioni che altrimenti si noterebbero sui capelli lisci.
«Partiamo asciugando bene i capelli ricci con un prodotto volumizzante ed il diffusore, dopo di ché possiamo giocare con mollette, trecce ed accessori fino ad ottenere la forma desiderata, sempre comunque all’insegna della morbidezza e del look fai da te. In questo caso la tessitura dei capelli evita quell’idea di troppo costruito che mal si sposa con le serate estive» spiega l’esperto di Toni & Guy.

Trecce: “fishtail”, “bubble” e “frontali, il trend dell’estate

«Tra le acconciature raccolte più di tendenza tornano a grande richiesta le “fishtails braids” o trecce a lisca di pesce, dalla tessitura molto più originale e “tribale” rispetto alle classiche. In generale, per questa estate tornano tutte le trecce “oversize”, ottenute intrecciando i capelli in maniera molto lenta e con un prodotto volumizzante, per poi espanderle con le dita per un effetto spettinato ad arte.
Amatissime dalle celebrity ci sono anche le “face braiding”, ovvero le treccine frontali che si ottengono intrecciando i primi due centimetri di attaccatura intorno al viso e lasciando il resto della chioma a contrasto. Altro trend che spopola sui social sono le “bubble braids” ovvero ciocche di capelli bloccate con mini elastici a intervalli regolari di circa 10 cm per poi formare una bolla allargandole fra un elastico e l’altro.

Coda di cavallo e mollettone, per chi non ha tempo da perdere

«Per la donna un po’ più matura un’acconciatura bellissima è la “baby part pony” ovvero una coda di cavallo ben tirata con una riga centrale lunga al massimo 5 cm, dall’immediato effetto “flamenco”.
Se invece proprio non abbiamo tempo, approfittiamo dei classici mollettoni ad artiglio “Claw Clips”, che quest’anno sono anche super di tendenza. Basta pettinare i capelli indietro e bloccarli col mollettone, et voilà l’acconciatura è servita».

Acconciatura sciolta capelli mossi

Mentre se si vogliono lasciare i capelli sciolti? «Una tendenza che spopola su Instagram è il look “half-up, half-down” in cui i capelli sono lasciati liberi tranne qualche ciocca nella parte alta della testa che viene raccolta e fissata con una molletta a scomparsa, o bloccata con un foulard a contrasto col colore dei capelli.
Un’altro look super gettonato e che funziona benissimo sui ricci sono gli “Space buns” ovvero due mini buns fatti sulla sommità della testa separati dalla riga centrale, ottimo per cambiare dal giorno alla sera sia coi capelli completamente raccolti che invece con la parte bassa sciolta». conclude Alex Cappelletti.