Brand e collezioni Vegan low cost: i prodotti beauty da provare e conoscere

Come impostare una beauty e skincare vegan? Prodotti naturali, senza ingredienti di origine animale ma performanti e sicuri

Foto di Malvina Berti

Malvina Berti

Beauty Editor

Beauty editor dal 2017, ha collaborato con le più importanti realtà editoriali, da Condé Nast a Hearst, passando per il gruppo RCS. Capo redattore del ClioMakeUp Blog (2017-2019) ha vinto il premio MacchiaNera Internet Awards nel 2018 come "Miglior sito di bellezza".

Quando si parla di brand e collezioni beauty Vegan spesso molti dubbi si annidano nella mente: cosa significa davvero Vegan e in cosa si differenzia da natural o green? Sempre più richieste sul mercato cosmetico, le linee di bellezza certificate vegan sono sempre di più e includono oggi anche tanti marchi low cost, per permettere a tutti di scegliere prodotti che non “fanno male” agli animali e che rispettano il Pianeta.

Beauty Vegano, che cos’è

Secondo un sondaggio effettuato nel Regno Unito da Cosmetify, piattaforma che analizza la presenza online dei marchi cosmetici, il 49% delle donne, quando acquista prodotti di bellezza, sceglie un prodotto vegano. 

brand beauty vegan low cost

Prodotti beauty vegan, senza ingredienti di origine animale

I prodotti certificati vegan – riconoscibili dall’icona di una foglia o dal logo VeganOK – sono completamente naturali e non includono al loro interno nessun ingrediente di origine animale, latte e miele inclusi. Le formulazioni contengono prevalentemente oli vegetali (Argan, mandorle e cocco tra i più famosi), tuttavia questo non significa obbligatoriamente che i prodotti beauty e skincare vegan siano completamente naturali o biologici, al loro interno è possibile trovare materie prime sintetiche.

Cosmetici vegane e cruelty-free: sono la stessa cosa?

Assolutamente no! E anzi, spesso è proprio tra questi due gruppi di prodotti che si fa maggiormente confusione.

I cosmetici cruelty-free, ovvero non testati sugli animali, non sono obbligatoriamente anche vegan: infatti, gli ingredienti di quel cosmetico possono essere non testati sugli animali ma di origine animale, e viceversa. In questo caso, se si è alla ricerca di un prodotto naturale, vegano e dalla parte degli animali è bene leggere attentamente l’INCI (ovvero la lista degli ingredienti) riportata sul retro della confezione e assicurarsi di scegliere brand che non testano sugli animali.

Per essere certi di acquistare cosmetici realmente cruelty-free è possibile fare riferimento agli elenchi ufficiali, come quello di LAV, che riportano i nomi di tutte le aziende che non testano sugli animali e che vendono sul territorio europeo.

Le scelte vegan-friendly per cambiare la propria beauty routine

Prima di arrivare alla lista dei brand vegan low cost è bene però affrontare anche una tematica più ampia, ovvero quali scelte vegan-friendly si possono fare per iniziare ad avvicinarsi a questa nuova tipologia di routine di bellezza e come modificare i propri acquisti verso prodotti più etici e consapevoli.

Spesso infatti le persone credono che i prodotti beauty vegan siano meno performanti rispetto a quelli “classici”. Niente di più falso. Le ricerche scientifiche fatte dai brand dimostrano che non c’è bisogno di avere ingredienti di origine animale per creare un buon cosmetico.

Ma non solo make up e prodotti per il corpo, il mondo beauty vegano si è aperto anche alla skin e hair care, dando la possibilità di scoprire e sperimentare il mondo vegan a 360°. Le scelte “vegan” includono anche il mondo della green beauty con accessori per la cura della persona più etici e sostenibili, come ad esempio scegliere dischetti di cotone riutilizzabili, spazzolini in bamboo oppure di non acquistare scrub viso con all’interno micro-plastiche, che inquinano e avvelenano i pesci.

brand beauty vegan low cost

Spazzolini in bamboo e prodotti solidi, i nuovi indispensabili per la green beauty

Brand e prodotti low cost vegan, la lista

Vediamo adesso una selezione di 5 brand beauty, hair e skincare vegan reperibili in Italia e da provare subito. Una lista di prodotti low cost da includere nella propria routine di bellezza per testare e iniziare a compiere delle scelte più consapevoli anche nei confronti degli acquisti beauty.

Aveda, formule vegan per il benessere dei capelli (disponibile online e in salone)

Sostenibile e clean, il marchio per capelli Aveda è sempre stato un brand cruelty free (fino dalla fondazione nel 1978) privilegiando formulazioni attente ad includere ingredienti naturali e con pochissimi elementi di origine non animale o di derivazione animale.

Nel tempo le formule sono cambiate sempre di più fino ad arrivare a scelte vegane in molte linee haircare, con l’eccezione di preziosi ingredienti come miele e cera d’api. Ma, da gennaio 2021 si può definire al 100% Vegan nelle formule dei suoi prodotti.

KVD Beauty, il make-up per esprimere se stessi (disponibile da Sephora)

KVD Beauty crea make-up ultra pigmentato e dall’elevata performance ispirato all’arte del tatuaggio, come il premiato e famosissimo best seller Tattoo Liner. Make-up 100% vegano, cruelty-free, e che presta attenzione al pianeta. Il brand inoltre celebra l’individualità attraverso l’auto-espressione artistica e la creatività senza limiti.

Essence, diventa 100% vegano (disponibile in tutti i negozi OVS)

Il brand low cost più famoso di tutti è diventato 100% vegano, con formule a base di ingredienti vegetali e nel rispetto del mondo animale.

Il beauty brand che già da tempo aveva direzionato il proprio settore di ricerca e sviluppo verso una filosofia cruelty free e sostenibile ha annunciato la riformulazione totale dei propri prodotti con ingredienti di origine vegetale e nel rispetto degli animali. La filosofia vegan sul 100% dei prodotti sembra essere la naturale evoluzione di un’impostazione cruelty free delle politiche produttive.

Zara Beauty, la prima linea vegan e multi-color (disponibile online e negli store)

Anche il colosso Zara ha creato la sua prima linea low cost beauty con all’interno referenze vegan e multi-color.

La nuova linea trucco è stata sviluppata sotto la direzione artistica della make up artist britannica Diane Kendal, che lavora anche per Marc Jacobs Beauty e ha creato alcuni cosmetici per Calvin Klein. Referenze viso, occhi e labbra caratterizzate da formule clean con ingredienti vegani e prodotti non testati sugli animali. Inoltre, i packaging sono progettati per essere riciclabili, ricaricabili per mezzo di appositi refill e riutilizzabili.

Garnier Bio: la linea skincare natural e vegan (disponibile nei supermercati)

Anche Garnier da una svolta green alla linea con prodotti viso biologici certificati EcoCert, formule vegan e imballaggi che rispettano l’ambiente.

Nata dal desiderio di rispettare la natura e supportare il commercio equosolidale, tutti gli ingredienti utilizzati provengono da fonti rinnovabili e vengono commercializzati a supporto del commercio locale, mentre i materiali utilizzati per i packaging sono riciclati e riciclabili. Tra gli ingredienti scelti dal brand: lavanda per rigenerare, olio di argan per nutrire, lemongrass per purificare, timo per riequilibrare, fiordaliso per lenire.