Si possono bere caffè e tè in gravidanza?

Bere caffè e tè in gravidanza è consentito, ma nelle giuste dosi. Ecco quanto se ne può assumere per non correre rischi

Durante la gravidanza, si è assalite da mille dubbi su cosa sia possibile mangiare o bere. Una delle domande più frequenti è se il consumo di caffè e tè sia consentito quando si è in dolce attesa. In linea di massima, concedersi entrambe le bevande in gravidanza non è proibito, purché le si assumano nelle giuste dosi. Sia il caffè che il tè contengono sostanze eccitanti (caffeina, nel primo caso e teina, nel secondo) che, sebbene non provochino malformazioni al feto, superano la barriera della placenta, per cui il piccolo potrebbe nascere con una maggiore frequenza cardiaca e respiratoria e con problemi di insonnia, qualora si eccedesse nel consumo di caffeina e teina.

Quanto caffè bere in gravidanza

Secondo gli esperti, la quantità massima di caffè durante la gravidanza non deve superare le due tazzine al giorno. La caffeina è ammessa nella dose di 200 milligrammi, pari a due tazzine di espresso al giorno o due tazze di caffè lungo all’americana. Tale livello non comporterebbe effetti negativi né per la mamma né per il bambino. Al contrario, un consumo eccessivo di caffeina potrebbe provocare una riduzione nell’assorbimento delle sostanze nutritive e causare problemi durante la crescita del feto, portando persino all’aborto, nel peggiore dei casi.
Il caffè e altre bevande che contengono caffeina vanno invece evitate se si soffre di fastidi come bruciore di stomaco, nausea e vomito. In questo caso, meglio prediligere infusi e tisane che facilitano la digestione e il riposo.

Quanto tè bere in gravidanza

Nonostante le sue innumerevoli proprietà benefiche, che sia verde, nero o oolong anche il tè va bevuto con moderazione in gravidanza, sia per il contenuto di teina che per la presenza di catechine, composti polifenolici che riducono l’assorbimento dell’acido folico, sostanza indispensabile per allontanare il rischio di malformazioni nel feto, in particolare difetti del tubo neurale come la spina bifida. Per evitare effetti anche gravi, è di norma sconsigliato assumere giornalmente tè verde, tè nero e tè oolong ricchi di catechine, quando si aspetta un bambino. Alcuni esperti bocciano anche il tè deteinato in gravidanza perché, essendo modificato, non ha gli stessi effetti benefici della bevanda originale.

Si possono bere caffè e tè in gravidanza?