Will Smith: “Mio padre picchiava mia madre. Pensai di vendicarla”

Will Smith, nella sua autobiografia, ha svelato un'infanzia fatta di grande dolore provocato dal padre violento. Da adulto arrivò anche sul punto di vendicarsi

Di Will Smith hanno tutti un’immagine ben precisa: un attore indubbiamente talentuoso, che ha prestato il suo volto a personaggi divertenti ed emozionanti. È colui che con le sue interpretazioni ci ha tenuto incollati allo schermo. In pochi, forse, si sono soffermati a immaginare la sua vita o il suo passato che, invece, è stato difficilissimo. A rivelare l’infanzia segnata dalla violenza del padre, proprio lui, nella sua autobiografia.

Will Smith, l’infanzia complicata con un padre violento

Quella che Will Smith ha alle spalle è un’infanzia difficile, che lo ha profondamente segnato. Nella sua autobiografa ‘Me’, di cui la rivista People ha pubblicato alcuni estratti, l’attore ha rivelato di aver vissuto con un padre violento, di aver sentito la voglia di vendicarsi e di essere stato anche sul punto di farlo.

Una confessione forte, che lascia tutti attoniti. Smith, infatti, ha raccontato di aver assistito alla violenza del padre alcolizzato contro sua madre. Aveva solo nove anni quando l’ha colpita di fronte a lui e, quel momento, ha determinato tutta la sua vita.

Quel momento in quella camera da letto, più che qualsiasi altro, ha definito chi sono. Tutto quello che ho fatto, i premi e i riconoscimenti, i riflettori, i personaggi e le risate, sono state il filo sottile per scusarmi con mia madre, per non aver fatto nulla quel giorno.

Will Smith, il dolore e la voglia di vendetta: il gesto che stava per compiere

I genitori di Will Smith, dopo questa situazione estremamente complicata, si sono separati e lui, seppur con tutta la sofferenza che inevitabilmente si porta dentro, ha deciso di continuare ad avere un rapporto con suo padre.

Il dolore, però, non può essere cancellato con razionalità, così come la rabbia. Di fronte agli episodi di violenza, Will Smith, che era solo un bambino, affermò di voler vendicare sua madre. E, da adulto, fu anche sul punto di farlo.

Quando avevo nove anni vidi mio padre colpire alla testa mia madre così forte da farla collassare. […] Da bambino mi promisi che un giorno avrei vendicato mia madre, quando fossi stato abbastanza grande e forte.

Fu lui, infatti, a prendersi cura di suo padre, che poi è morto nel 2016, quando era malato di cancro. Una sera, mentre lo portava dalla camera da letto al bagno, ebbe l’istinto di lasciarlo cadere dalle scale, sicuro di poter evitare facilmente le conseguenze.

Nella sua mente ritornarono decenni di sofferenza, di violenza, di rabbia. Riuscì, però, ad ignorare questo pensiero, provocato esclusivamente dai suoi traumi, e ad andare avanti, conquistandosi la vita che ha oggi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Will Smith: “Mio padre picchiava mia madre. Pensai di vendicarla...