Victoria De Angelis, un passato difficile: “Ha visto la mamma morire”

La bassista dei Måneskin, Victoria De Angelis, ha vissuto il dramma della morte della madre, scomparsa quando l'artista aveva solo 15 anni

Energica, vulcanica, a tratti esplosiva. Questo e molto altro è Victoria De Angelis dei Måneskin, che sul palco dà tutto quello che sente dentro per arrivare a conquistare il pubblico. Eppure, nonostante la giovane età, la bassista del gruppo nasconde il grande dolore per la perdita prematura di sua madre. A raccontarlo è stata sua nonna Elin Uhrbrand che, a DiPiù, ha svelato questo dettaglio rimasto segreto, di una nipote che sta scalando tutte le vette della musica rock.

Victoria De Angelis dei Måneskin, il dolore per la perdita della madre

Sono state parole inaspettate, quelle pronunciate dalla nonna di Victoria De Angelis, che ha spiegato come sua nipote abbia affrontato la morte della madre. Jeanett è scomparsa a causa di un male incurabile: “Mia nipote Victoria ha sofferto molto, ha visto morire la sua mamma. Jeanett”, ha raccontato, “Victoria ha voluto seguirla e le è rimasta vicino fino alla fine”.

La De Angelis ha perso sua madre quando aveva solo 15 anni, quindi qualche anno prima che il gruppo conoscesse il primo successo attraverso la partecipazione a X Factor. Purtroppo, Jeanett non ha potuto vedere sua figlia arrivare al successo, proprio come ha raccontato sua nonna: “Mi dispiace tanto che mia figlia non abbia potuto vedere il successo che Victoria sta riscuotendo in tutto il mondo con i Måneskin“.

Nonostante i tanti impegni, Victoria ha deciso di trascorrere le feste natalizie insieme alla famiglia. Sua nonna l’aspetta in Danimarca per questo Natale, dove trascorrerà alcuni giorni lontana dagli impegni con la musica, già fissati per il 2022, come il grande concerto al Circo Massimo.

Il successo dei Måneskin non si ferma

Partiti da X Factor, i Måneskin hanno continuato a battere la strada del successo con il rilascio del primo album – Il ballo della vita – nel quale hanno incluso anche il tormentone Torna a casa. Da quel momento, il cammino è stato in discesa fino all’arrivo al Festival di Sanremo 2021 con il brano emblematico Zitti e buoni.

Il primo posto, conquistato a sorpresa dopo una settimana di grandi esibizioni, è valso l’accesso a Eurovision Song Contest che il gruppo ha vinto superando la Francia, data per favorita. Da quel momento, non si sono davvero più fermati. Il mondo è stato ai loro piedi: persino i Rolling Stones hanno voluto che aprissero l’ultimo concerto del tour a Las Vegas. Sono stati poi ai Grammy, per l’annuncio delle nomination, agli AMAs, da Ellen DeGeneres, da Jimmy Fallon e agli MTV Ema, nei quali hanno conquistato una storica statuetta.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Victoria De Angelis, un passato difficile: “Ha visto la mamma morire...