Maria De Filippi su Maurizio Costanzo: “Troppo dolore”. Il giorno più difficile

Maria De Filippi ha parlato a cuore aperto del desiderio di Maurizio Costanzo: la sua paura più grande e il giorno più difficile

La coppia formata da Maria De Filippi e da Maurizio Costanzo è tra le più longeve del mondo dello spettacolo. Due “giganti” della televisione, un amore che si è rinnovato di anno in anno, un affetto smisurato. In occasione di un’intervista, la conduttrice ha parlato a lungo del giorno più difficile e della sua paura più grande: la morte.

Il desiderio di Maurizio Costanzo e le parole di Maria De Filippi

Sono insieme da ben 31 anni. Tre decenni trascorsi l’uno al fianco dell’altra, a sostenersi non solo come famiglia, ma anche come professionisti. Ed è stato proprio Maurizio Costanzo a svelare uno dei suoi desideri più grandi: “Mi fido di lei. Nonostante la distanza anagrafica, credo che quello tra me e lei sia stato un incontro felice. Dovunque si trovi, lei sa che in punto di morte voglio stringere la sua mano“.

Sono parole importanti, che arrivano dritte al cuore, che non possono non toccare. Soprattutto lasciano intuire il grande amore e affetto che intercorre tra Costanzo e Maria De Filippi. Quest’ultima, tuttavia, si è raccontata in occasione di un’intervista concessa a Oggi. Una confidenza profonda, una paura che non l’ha mai lasciata.

“Le confesso che non so se ne sarò capace, se avrò la forza e il coraggio di tendergli la mia mano quel giorno lì. Troppo dolore. Non voglio che mi resti come ultimo ricordo l’intreccio di quelle dita”. Per tutti coloro che amano una persona, immaginare il giorno della loro scomparsa è un dolore, una fitta continua. E lo è anche per Maria De Filippi, che della morte ha sempre avuto paura.

Il lutto mai superato del padre

Come ogni paura, tutto nasce da qualcosa che non si è mai accettato o superato. Ed è stata proprio la scomparsa del padre che l’ha resa così profondamente attaccata all’idea della vita. “Un lutto mai superato. Ci ho messo solo un tappo. Così come ho chiuso a chiave e a più mandate un armadio a casa mia con tutte le cose più care di mia madre quando ci ha lasciati”.

La De Filippi ha raccontato di non aver mai superato la scomparsa del padre, ed è forse per questo che non riesce a immaginare il giorno più difficile: l’eventuale perdita del marito. Così ha spiegato come affronta il dolore: “Tappo e chiudo a chiave il dolore per andare avanti. È il mio modo per affrontare il futuro. L’unico che conosco”.

Il sogno di una vita più leggera

Sono tanti – forse troppi – i costrutti che cerchiamo di “cucirci” addosso per andare avanti, per sopravvivere ai dolori che la vita ci dà: modi per svicolarci dalle paure più profonde, così da evitare la caduta. E lo fa in qualche modo anche la De Filippi stessa: “Fantastico di essere libera da ciò che io stessa ho costruito. Rifuggo ciò che potrebbe esercitare un qualsivoglia controllo sulla mia libertà”. Per lei, essere libera è l’unica cosa che conta: ciò per cui vale la pena vivere. Del resto, si è descritta come “Selvatica, istintiva e vera. Proprio come gli animali“.