Chi era Claudio Risi, regista de “I ragazzi della 3ª C”

Si è spento il celebre regista che ci ha regalato tanti grandi capolavori della commedia italiana, e non solo

Si è spento nella mattina del 26 aprile 2020 il celebre regista Claudio Risi, che ha dato vita ad una delle serie tv cult degli anni ’80 nel nostro Paese, intitolata I ragazzi della 3ª C. E sono proprio loro, i protagonisti del fortunatissimo show, a dare l’ultimo saluto al grande maestro.

Claudio, classe 1948 e figlio di Dino Risi, ha seguito sin da giovane le orme del padre, sognando di diventare, proprio come lui, un regista di successo. Anch’egli ha optato per una carriera nell’ambito della commedia italiana: ha mosso i suoi primi passi come segretario di edizione per il grande Mario Monicelli, quando era ancora molto giovane. È stato poi al fianco del padre in molti suoi successi portati sul grande schermo tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80. Claudio ha anche collaborato con suo fratello Marco Risi che, seppur di qualche anno più giovane, ha debuttato per primo nel mondo della regia.

Il primo lavoro diretto interamente da Claudio Risi è il film Windsurf – Il vento nelle mani, cui ha fatto seguito la miniserie Yesterday – Vacanze al mare, con Jerry Calà, Massimo Ciavarro ed Eleonora Giorgi. Ma è nel 1987 che ha portato in televisione il suo più grande successo, il telefilm I ragazzi della 3ª C. Le vicende dei liceali raccontate in ben tre stagioni, andate in onda sino alla fine degli anni ’80, hanno regalato grande notorietà anche a molti giovani attori italiani, tra cui Nicoletta Elmi e Fabrizio Bracconeri.

Sono proprio loro ad aver condiviso via social il dolore per la scomparsa di Claudio Risi, che si è spento a causa delle complicazioni insorte a seguito di un infarto, all’età di 71 anni. Nicoletta Elmi, pubblicando una foto che ritrae i ragazzi della 3ª C al gran completo, ricorda con affetto il grande maestro: “Con immenso dispiacere e dolore che apprendiamo della scomparsa del Maestro Claudio Risi, regista di tutte e tre le stagioni de I ragazzi della 3ª C (1987-1989) e di Windsurf – Il vento nelle mani (1984). Lo vogliamo ricordare con questa tenera fotografia scattata assieme ai suoi Ragazzi, sul set di quel gioiello della memoria verso il quale, a distanza di anni, continuiamo a rivolgerci con infinito e inesauribile affetto. Grazie di tutto, Maestro!”.

Su Instagram, Fabrizio Bracconeri ha condiviso uno scatto di Claudio Risi, accompagnandolo ad una straziante didascalia: “Che dolore! Parlavamo di te 3 giorni fa con Fabio Ferrari in una intervista video, oggi mi devasta il dolore. Sei e rimarrai nel mio cuore sempre, grande maestro! Caro Claudio, il successo della 3ª C molto è dovuto a te, grazie di tutto amico mio… Sono distrutto, R.I.P.”.

claudio risi

Il post di Fabrizio Bracconeri – Foto: Instagram

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chi era Claudio Risi, regista de “I ragazzi della 3ª C”