Bianca Balti: “Mia figlia scelse di vivere con il padre perché mi drogavo”. Il passato disfunzionale

Bianca Balti ha raccontato il suo passato "disfunzionale" in un podcast, ripercorrendo il momento più difficile della sua vita

Bianca Balti, top model di successo, ha deciso di mettersi “a nudo”, ripercorrendo il suo passato, e i momenti peggiori della sua vita. Ha scelto di farlo nel podcast di Luca Casadei, tornando indietro nel tempo e affrontando i suoi fantasmi e qualche scheletro nell’armadio. Oggi pulita, felice e libera, non è sempre stata così: ha parlato dei matrimoni, degli alimenti e del perdono della figlia Matilde, arrivato dopo anni e una situazione che lei stessa ha definito disfunzionale.

Perché Bianca Balti paga gli alimenti ai suoi ex

In molti vivono mille vite, indossano mille maschere: Bianca Balti di esperienze ne ha fatte, nel bene e nel male, non ultima la doppia mastectomia per prevenire qualsiasi rischio di ammalarsi in futuro. La top model, icona di Dolce & Gabbana, ha raggiunto il successo. Del resto, fin da ragazza ha sognato di lasciare la sua Lodi. Ospite di Luca Casadei, ha deciso di raccontare il suo passato nel podcast One More Time.

Due grandi amori – quello con Christian Lucidi e con Matthew McRae – entrambi finiti. Due figlie, Matilde e Mia, la prima avuta con Lucidi, la seconda con McRae. “Ho sempre sposato uomini per i quali ho sempre pagato tutto io”, ha raccontato a Casadei. “Oggi pago gli alimenti ad entrambi i miei ex”. E per chi si chiede il motivo, lo spiega lei stessa. “Ma è giusto, sono io che guadagno di più”.

La Balti ha anche analizzato in maniera critica la situazione. “Con la consapevolezza di oggi, dopo anni di terapia, so che lo facevo anche per avere un senso di controllo nella coppia”. Ma, oltre agli amori finiti, nella sua esistenza c’è stato anche un periodo disfunzionale, per la quale ha pagato un prezzo altissimo per tanti anni.

Il passato disfunzionale di Bianca Balti

Quando Bianca Balti ha scelto di lasciare Lodi, dove è nata e cresciuta, è andata inizialmente a Milano, e poi a New York. Giovanissima, con tutta la vita davanti, e l’amore di Christian Lucidi a sostenerla. “Resto incinta dopo appena tre settimane”, ha detto nel podcast di Casadei. “Dopo un mese mi chiede di sposarlo. Vivevo tutto alla giornata, ho deciso di fare la mamma e la moglie dopo un anno e mezzo dall’inizio della mia carriera”.

Quella scelta, con il senno del poi, la Balti l’ha definita “una cosa folle”. Con Lucidi, tuttavia, le cose non hanno funzionato, lui era possessivo e assillante. Un rapporto tossico, finito male. Dopo l’addio, la modella è ritornata in Italia con la figlia Matilde. “Ricomincio con le feste. Lasciavo mia figlia dai nonni, a Lodi, e io andavo di uomo in uomo passando per la droga. Era una vita disfunzionale, non ero felice, ma me ne accorgo solo ora. Ho passato tre anni così”.

Il perdono della figlia Matilde Lucidi

Un momento enormemente difficile. Che l’ha messa in difficoltà, sotto ogni aspetto. Ma la Balti non ha mai voluto mollare. Ha provato a cambiare vita, scegliendo di trasferirsi in Spagna a Marbella – dove poi ha conosciuto il suo secondo marito, Matthew McRae, con cui ha avuto la figlia Mia. In quel periodo, tuttavia, ha dovuto fare i conti con il suo passato. E lo ha rivelato lei stessa: “Mia figlia scelse di vivere con il padre perché mi drogavo”.

“Chiedo il permesso al tribunale spagnolo di portare mia figlia con me in America, ma lo rifiutano. Il mio avvocato mi dice ‘Guarda che le chiederanno dove vuole vivere, se con te o con suo padre’. Allora glielo chiedo e lei mi risponde ‘Col papà’. È stato uno dei momenti più brutti della mia vita. Mi ha fatto tanto male. Ma ho capito che Matilde non era pronta a perdonarmi”.

Oggi, la Balti ha un ottimo rapporto con la figlia Matilde. Ma per ricucire il legame ci è voluto del tempo. “Allora però è stata durissima capire che, al di là degli sforzi che avevo fatto per cambiare, il male che le avevo fatto l’aveva portata a fare questa scelta”.