Termocoperte: tutto quello che devi sapere prima di comprarle

Con l’arrivo dei primi freddi non c’è niente di più piacevole che trovare il letto già caldo. Una soluzione perfetta ed utile per questo scopo è l’utilizzo delle termocoperte o scaldaletto. Ma come scegliere il prodotto migliore?

Simona Bondi Esperta di risparmio Da sempre sono appassionata del mondo del risparmio: trovare offerte e modi per risparmiare è la mia filosofia di vita.

Con l’arrivo dei primi freddi non c’è niente di più piacevole che trovare il letto già caldo. Una soluzione perfetta ed utile per questo scopo è l’utilizzo delle termocoperte. Ma come scegliere il prodotto migliore? E soprattutto, sono sicuri questi prodotti?

Cos’è e a cosa serve una coperta termica

L’umidità ed il freddo sono nemici del riposo: trovare le coperte già calde quando si entra sotto le lenzuola aiuta a conciliare il sonno ed a sentirsi meglio più in generale: il corpo infatti sarà più rilassato, così come la mente.

La coperta termica, detta anche termocoperta o coperta termica scaldaletto, è una speciale trapunta dotata al suo interno di filamenti riscaldanti alimentati dalla corrente elettrica: grazie ad un termostato sempre a portata di mano, è possibile gestire la temperatura in base alle proprie esigenze e preferenze. Si tratta quindi di una coperta pensata per tenere caldo anche tutta la notte, in totale sicurezza.

Nei negozi ed anche online è possibile acquistare diversi modelli di coperte riscaldanti: ma è importante saper scegliere il prodotto giusto che sia anche sicuro per evitare il rischio di incendi.

Quali sono i vantaggi della coperta termica

La coperta termica offre numerosi vantaggi ed è perfetta per le persone freddolose, per chi ha problemi di umidità in casa o, semplicemente, vuole risparmiare sul costo del riscaldamento:

  • Aiuta a dormire meglio
  • Allevia i dolori legati all’artrite
  • Consuma meno rispetto al riscaldamento
  • Permette di trovare il letto già caldo, prima di coricarsi
  • Può essere utilizzata in altre occasioni, per esempio mentre si è sul divano o alla scrivania
  • Rimuove il freddo e l’umidità dalle lenzuola

Fra i modelli che è possibile acquistare troviamo degli scaldaletto impermeabili, classici, con un lato di lana ed uno di cotone, per letti singoli, letti matrimoniali e da una piazza e mezza. Nel mercato sono disponibili anche dei modelli molto più piccoli, perfetti anche per le serate passate sul divano o per riscaldarsi quando si è seduti.

Come funziona una termocoperta

Il loro meccanismo è davvero molto semplice: dopo aver inserito la spina nella presa della corrente, grazie una sorta di telecomando basterà premere l’interruttore per avviare il calore. Per ottenere il massimo del beneficio l’ideale sarebbe accenderla almeno 15/20 minuti prima di coricarsi e spegnerla pochi minuti dopo: in questo modo si ottiene il massimo risultato e si riducono i consumi elettrici. Inoltre si eviteranno rischi di surriscaldamento.

Alcuni modelli permettono anche di scegliere il grado di calore desiderato impostandolo, per esempio, da 1 a 5 (dove 1 sarà il minimo e 5 sarà il grado massimo di calore). Generalmente questi apparecchi hanno delle sicure che disattivano la funzione di riscaldamento dopo circa 30 minuti di utilizzo continuo per evitare surriscaldamenti e quindi possibili incendi.

Come scegliere la coperta elettrica

Prima di procedere con l’acquisto di una coperta elettrica è importante scegliere il modello idoneo alla misura del materasso (singolo, matrimoniale, oppure da una piazza e mezzo).

Un altro consiglio utile è quello di scegliere un modello che permetta di impostare diverse opzioni di calore, in modo da poter attivare quello desiderato. Se lo scaldaletto da acquistare è un modello matrimoniale, è bene quindi assicurarsi che questa funzione sia presente su entrambi i lati e che ognuno dei partner possa regolare l’intensità del calore come meglio crede.

I prezzi di una termocoperta vanno da un minimo di 50,00€ per i modelli singoli ad un prezzo medio che oscilla intorno ai 100€ per i modelli matrimoniali.

È molto importante controllare anche la lunghezza del cavo di alimentazione: se non hai una presa elettrica vicino al comodino potrebbe essere un vero problema.

Un altro suggerimento utile è quello di preferire dei modelli lavabili: questo permetterà, periodicamente ed in modo completamente autonomo, di lavarla con un semplice lavaggio in lavatrice dopo aver rimosso il telecomando. Prima di rimetterla in funzione dovremo poi assicurarci che sia perfettamente asciutta. Ad ogni modo, è importante seguire le indicazioni di lavaggio e di asciugatura riportate in etichetta.

Qual è la differenza fra termocoperta e scaldaletto?

Nonostante il funzionamento sia molto simile, la differenza è sostanzialmente una. La termocoperta funge da vera e propria coperta con funzione riscaldante: si mette quindi sopra il lenzuolo, avvolgendoci come una vera e propria coperta tradizionale.

La termocoperta è la soluzione ideale per chi cerca un prodotto versatile, da spostare all’occorrenza: possiamo utilizzarla infatti anche mentre siamo sdraiati sul divano oppure mentre siamo seduti alla scrivania.

Lo scaldaletto invece si posiziona sopra il materasso, ma sotto il lenzuolo e non può quindi essere spostato. Lo scaldaletto è più efficiente in quanto ci permette di godere appieno di tutto il calore emesso da questo prodotto durante il nostro riposo: il caldo, infatti, viene erogato dal basso verso l’alto, riducendo al minimo le dispersioni di calore che questi prodotti generano.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Termocoperte: tutto quello che devi sapere prima di comprarle