Sesso tantrico, le dieci cose che (forse) non sai sul piacere totale

Il sesso tantrico consente di raggiungere un piacere totale: ecco dieci cose da sapere su questa tecnica

Il sesso tantrico è una tecnica che consente, secondo gli esperti, di raggiungere un vero e proprio stato di estasi. Un orgasmo così piacevole da essere indimenticabile. Questa esperienza consente di provare delle emozioni e sensazioni intense, aiutando il corpo e la mente a liberarsi da ogni costrizione. Scopriamo insieme dieci cose da sapere sul sesso tantrico e come praticarlo.

Le origini – Il sesso tantrico è nato in India nel 400 a.C., con lo scopo di portare ad una maggiore conoscenza di sè e del proprio corpo. All’epoca il sesso era considerato un modo per accedere alla vera essenza di una persona.

Il nome – Il termine “tantra” ha origine sanscrita e vuol dire “principio”. In India veniva utilizzato per indicare le tradizioni esoteriche e gli insegnamenti spirituali propri della cultura indiana.

L’amore – Per il tantra l’amore è qualcosa di molto sacro. La donna infatti sarebbe la manifestazione della Dea Shakti, mentre l’uomo rappresenterebbe il Dio Shiva in terra.

Il sesso – Per questo motivo il sesso rappresenta una sorta di unione sacra fra due divinità: l’energia maschile e quella femminile si fondono dando vita a qualcosa di meraviglioso e molto potente.

Il corpo – Nel sesso tantrico è fondamentale avere consapevolezza del proprio corpo, imparando a conoscere il proprio e quello del partner. In particolare è importante concentrare l’attenzione sui punti di contatto con l’altra persona, senza pensare ad altro.

Il ritmo – Il tantra considera importantissimo il ritmo durante il sesso. I partner devono muoversi in sincronia alla scopo di liberare l’energia che si trova all’altezza del bacino.

Il respiro – Per favorire l’eccitazione e il piacere bisogna imparare a respirare in modo rilassato. Se il respiro e affannoso infatti le zone erogene non vengono ossigenate nel modo giusto e non si arriva al piacere.

L’orgasmo – Nel sesso tantrico il piacere deve essere prolungato il più possibile, per questo l’orgasmo va rimandato. Il culmine infatti non è il fine ultimo. L’importante è che il rapporto duri almeno 35 minuti, per consentire alle onde cerebrali dei partner di sintonizzarsi.

Il sesso tradizionale – Il tantra è diverso dal sesso tradizionale per molti aspetti. Prima di tutto dura di più, inoltre è multiorgasmico e molto più vario.

La coppia – Il sesso tantrico avrebbe molti benefici per la coppia. Secondo chi lo pratica consente di raggiungere un buon equilibrio sentimentale, perché mette in evidenza pregi e differenze di uomini e donne.

Sesso tantrico, le dieci cose che (forse) non sai sul piacere totale
Sesso tantrico, le dieci cose che (forse) non sai sul piacere tot...