Donne in cerca di sesso: dalle App più utilizzate ai Gigolò

Cosa vogliono (e dove lo trovano) le donne in cerca di sesso senza coinvolgimento?

Anita Richeldi

Anita Richeldi Sensual Coach

Il sesso fine a se stesso, senza coinvolgimento sentimentale, non è più esclusivo appannaggio dell’universo maschile. Ce l’hanno insegnato Carrie Bradshaw & Co, con i loro racconti esilaranti da cui – ammettiamolo – abbiamo imparato a flirtare in maniera impeccabile.

La “scopata senza cerniera” – per dirla alla Erica Jong – può regalare enormi soddisfazioni: zero implicazioni, solo tanto godimento e poi ognuno per la sua strada.

E sono sempre più numerose le donne che cercano dagli uomini solo una “botta e via”, facendosi aiutare da app di dating o da professionisti dediti alla prostituzione.

App di incontri

Sui vari Tinder, Lovoo, Badoo non si cerca l’amore – sia ben chiaro – ma un rapporto frugale, da consumare dopo un drink veloce di circostanza, giusto per testare quel minimo di affinità necessaria per fare i numeri sotto le lenzuola.

L’unico impegno richiesto è la selezione delle immagini che possano rendere il profilo interessante e appetibile e, a seguire, la ricerca dei partner potenziali. Il resto lo fa l’algoritmo e in pochi click il gioco è fatto.

Ma si tratta pur sempre di incontri al buio, con un margine – seppur minimo – di insuccesso.

Professionisti del sesso

Ma se le single prediligono le risorse che offre la tecnologia, le signore sposate – a quanto pare non proprio felicemente – vanno preferibilmente alla ricerca di incontri più riservati e dall’esito garantito: gli “accompagnatori” definiti anche “gigolò”.

Basta dare un’occhiata furtiva a un sito di annunci hot, per trovare nella propria città centinaia di uomini prestanti mettersi in vendita per ore, nottate e weekend.

E per chi non vuole spendere somme ingenti, esiste anche la prostituzione maschile in strada. Ad aprile 2018, aveva fatto scalpore la notizia del via vai di ragazzi senegalesi tampinati da donne di mezza età notato nell’area circostante la stazione ferroviaria di Padova.

Questa emancipazione è davvero emancipante?

La ricerca del sesso senza impegno è conseguenza dell’evoluzione del ruolo della donna in una società rimasta troppo a lungo ancorata a valori smaccatamente maschilisti e fallocratici.

Non c’è niente di male a voler vivere la propria sessualità come l’hanno sempre vissuta gli uomini, a patto che sia una reale necessità e non una forzatura dettata dalla moda del momento. Il nuovo trend, infatti, è la donna che ostenta il suo ruolo di soggetto sessuale attivo e chi non si adegua rischia di essere additata come sfigata dalle sue pari.

Questa non è emancipazione! Siamo emancipate quando agiamo liberamente, senza costrizioni e restrizioni, dando ascolto alle nostre pulsioni e ai nostri desideri, senza nasconderli dietro a un comportamento artefatto.

Siamo veramente emancipate quando siamo libere di essere noi stesse.
Questa è emancipazione.

Sensual Coach Anita Richeldi: I consigli

Anita Richeldi Sensual Coach Anita Richeldi, pioniera dell'informazione su web, nasce come blogger nel 2008 e prosegue la sua carriera come project manager per grandi colossi del digitale. Nel 2014, torna al suo primo amore, la scrittura, fondando il blog Comemisvesto.it, una guida sensuale e di stile rivolta al mondo femminile di cui è esperta conoscitrice. Si definisce ormai una sex blogger e, a richiesta, svolge consulenze a donne, che hanno necessità di migliorare la propria autostima, risvegliare i propri sensi, migliorare l'affinità di coppia o anche solo organizzare una serata piacevole e dinamica con il proprio partner. http://www.comemisvesto.it

Donne in cerca di sesso: dalle App più utilizzate ai Gigolò