Come fare sesso anale: tutto quello che devi sapere

Il tuo lui vorrebbe fare sesso anale ma tu non l’hai mai fatto? Ecco i consigli per praticarlo con piacere (di entrambi)

Fa male, non è naturale, fa schifo… Sono diverse le motivazioni che fanno del sesso anale una delle pratiche sessuali ancora tabù per molte donne.

In questo articolo, cercherò di smontarle a una ad una.

Come fare sesso anale senza dolore

“Mi fa male!” Come darti torto?
È vero la penetrazione anale può avvenire con dolore, soprattutto se tu o lui non ne avete l’abitudine e se il pene del tuo partner è di grosse dimensioni.

Il segreto sta nella preparazione, nei preliminari. Con l’adeguata stimolazione dell’ano effettuata con le dita o meglio ancora con la lingua – non tirarti indietro, ti sorprenderai di quanto possa essere piacevole! – sarai calda e bagnata abbastanza da poter accoglierlo senza grandi ostacoli.

Cerca di rilassarti – e questo vale soprattutto per le prime volte -, respira profondamente e sciogli i muscoli.

Un lubrificante – ne esistono di validi in farmacia – può aiutare. Ma tengo a precisare che il miglior lubrificante è sempre la saliva.

Sesso anale e igiene

La paura di sporcare è un altro deterrente abbastanza comune ma risolvibile.

Puoi prepararti prima del rapporto con un clistere, in modo da ridurre al minimo eventuali residui fecali.

In ogni caso, tieni sempre presente che lui sa benissimo dove sta entrando e mi pare che non si faccia grandi problemi. Perché te ne devi fare tu?

Tieni comunque a portata di mano dei fazzoletti di carta o delle salviette umidificate, per pulirlo quando estrarrà il pene. L’imbarazzo iniziale, peraltro giustificato le prime volte, andrà a stemperarsi nelle successive.

Le posizioni migliori per fare sesso anale

Ci sono posizioni migliori di altre per praticare sesso anale, perché agevolano la penetrazione, diminuendo il dolore e aumentando il piacere di entrambi.

La tradizionale “Pecorina” è la posizione più gettonata per il sesso anale. Mantieni il lato B alto e inarca la schiena appoggiando la testa sul materasso o su un cuscino. Se effettuata correttamente, entrambi godrete come pazzi.

La variante anale del “Missionario” è una valida alternativa, in quanto ti permette di masturbarti o di farti masturbare, fino a raggiungere un orgasmo molto intenso.

Da provare, anche la posizione “A cucchiaio”, dove lui potrà accarezzarti e toccarti.

Come rendere piacevole il sesso anale

Il sesso anale di per sé non è piacevole per tutte le donne, ma se a corredo inserisci la stimolazione clitoridea, l’orgasmo non tarderà ad arrivare e ti accorgerai di quanto possa essere esplosivo!

Non dimenticare poi la comunicazione verbale: parlare durante il rapporto disinibisce e amplifica il piacere.

Sesso anale sicuro

L’uso del preservativo sarebbe raccomandabile, perché protegge te e il tuo partner dai batteri che normalmente si annidano nell’intestino e dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Se praticato nell’ambito di una coppia regolare, spesso l’utilizzo del preservativo non viene preso in considerazione. In questo caso, assicurati che dopo la penetrazione anale non segua quella vaginale, se non dopo un’accurata pulizia. Passare dal lato b alla vagina aumenta considerevolmente il rischio di infezioni alle vie urinarie, come la fastidiosissima cistite.
Quindi attenzione!

La prima volta

Ora che hai tutti gli strumenti per praticare sesso anale in modo piacevole e sicuro, non devi far altro che lanciarti in questa nuova esperienza nella massima tranquillità e relax. Per questo, ti consiglio di prestare attenzione anche all’ambiente e a tutto quello che può farti sentire a tuo agio: musica, luci soffuse, lingerie, lenzuola…

È pur sempre la tua prima volta, no?

Come fare sesso anale: tutto quello che devi sapere