Astinenza sessuale, i rischi per la salute dopo i 50 anni

Secondo un recente studio inglese, fare poco sesso dopo i 50 anni aumenta il rischio di malattie gravi negli uomini

Fare poco sesso dopo i 50 anni aumenta di due terzi il rischio di andare incontro a malattie gravi.

A dirlo è un recente studio scientifico portato avanti da un team attivo presso l’Anglia Ruskin University (UK). La ricerca in questione, i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine della rivista Archives of Sexual Behaviour, ha monitorato la situazione di 5.700 uomini scoprendo che, come già detto, coloro che diminuiscono fortemente la frequenza dei rapporti sessuali sono più soggetti al rischio di patologie gravi.

Secondo gli esperti che hanno condotto lo studio, gli uomini di mezza età non dovrebbero mai dimenticare i benefici che possono derivare da una notte di passione. Giusto per dare qualche numero, ricordiamo che facendo l’amore si possono bruciare fino a 4,2 calorie al minuto (dato risultante da uno studio condotto nel 2013 da un’equipe di ricerca attiva presso l’Università del Québec).

Gli studiosi che hanno portato avanti la prima ricerca citata hanno inoltre ricordato che l’attività sessuale favorisce il rilascio di endorfine, molto importanti per il benessere in generale ma soprattutto alleate del sistema immunitario.

Tornando un attimo alle patologie a cui si risulta più esposti facendo meno sesso dopo i 50 anni, i ricercatori hanno riscontrato che gli umini di mezza età che hanno una vita intima poco intensa hanno il 63% di possibilità in più di ricevere una diagnosi di cancro. Per quanto riguarda lo sviluppo di malattie come l’Alzheimer, il diabete e l’artrosi, si parla invece di un rischio maggiore del 41% rispetto a chi ha una vita sessuale attiva.

I soggetti coinvolti nel lavoro clinico hanno fornito le informazioni sulla loro vita intima tramite la compilazione di un questionario. Gli esperti che hanno esaminato la loro situazione a un follow up di 4 anni hanno fatto presente che il calo della frequenza dei rapporti sessuali è un segnale da non sottovalutare.

Se una persona è troppo stanca per fare sesso, tale situazione può essere indicativa di una condizione patologica. Degno di nota a tal proposito è il caso degli uomini che soffrono d’impotenza, che possono avere per questo a che fare con problemi cardiovascolari.

Il Dottor Lee Smith, autore senior della ricerca, ha commentato gli esiti di questo studio longitudinale ricordando che il sesso è una vera e propria forma di attività fisica eseguita con intensità moderata.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Astinenza sessuale, i rischi per la salute dopo i 50 anni