Harry non ha cambiato nulla: i retroscena del suo libro-bomba

Dopo la morte della nonna e l’ascesa del padre a Re, il Principe non ha modificato neanche una parola del suo libro Spare

Mancano poco più di due mesi all’uscita, nel Regno Unito come in Italia (dove sarà edito da Mondadori), del mémoire del Principe Harry che, a quanto pare, non sarà modificato in seguito alla morte della Regina Elisabetta come si vociferava.

Sembra che l’autobiografia di Harry sarà un vero e proprio libro-bomba, a partire dal titolo decisamente polemico – Spare (il secondogenito) – che è stato scelto dallo stesso Principe per sottolineare il suo ruolo di numero due all’interno della famiglia, almeno da quanto affermato Omid Scobie, amico di Meghan Markle.

Il libro di Harry omaggerà Elisabetta ma non farà sconti a nessuno

Spare uscirà nelle librerie il 10 gennaio prossimo e del testo originale, scritto da Harry stesso insieme al ghost writer J. R. Moehringer, non vi saranno riscritture o rimaneggiamenti per moderare la narrazione (che si presume scioccante) in segno di rispetto per la morte di Elisabetta e dell’ascesa di Carlo a Re. L’unica aggiunta recente riguarda un omaggio di Harry alla nonna che probabilmente troveremo all’inizio del volume.

Il Principe Harry, sempre a detta di Scobie (grande fan dei Sussex oltre che amico di Meghan Markle) “stava già lavorando al manoscritto ben cinque mesi prima la dipartita della Regina” ma il triste evento non ha affatto evitato che le parole scritte del Duca di Sussex possano dare “un contraccolpo molto serio all’istituzione reale e alla famiglia”.

Si dice, infatti, che gli assistenti di palazzo temano che il libro possa causare “danni irrevocabili” sia alla “reputazione che alle relazioni” della Famiglia Reale.

Libro Principe Harry
Fonte: IPA
La copertina del libro del Principe Harry

Tutta la verità nel libro del Principe Harry

Secondo le anticipazioni di Omid Scobie, nel libro del Principe Harry rivivremo momenti ben noti della sua vita ma stavolta guardati dal suo punto di vista. Non mancherà, inoltre, il racconto di tutte le lotte che – sin da giovane – il secondogenito di Carlo ha dovuto affrontare. Battaglie personali che “riguardano l’accettazione di se stessi, la rivalità tra fratelli e l’innamorarsi di una persona che la famiglia non accetta”.

Nonostante questo, Scobie ha anche sottolinea che l’intenzione di Harry non è quella di “distruggere” i suoi consanguinei, ma piuttosto di far sì che le persone abbiano un “punto di vista più comprensivo sulla vita molto complessa della Famiglia Reale”.

Nonostante le parole dell’amico della Duchessa di Sussex (che si vocifera sia la vera mente del libro shock), l’esperto di reali inglesi Richard Fitzwilliams continua a pensare, come forse in molti fanno, che una riscrittura parziale del libro avrebbe dovuto esserci.

“Dal momento che i Sussex traggono benefici da essere dei Reali, non dovrebbero essere di supporto alla famiglia?” ha affermato Fitzwilliams “e se non c’è stata alcuna riscrittura dopo la morte della regina, forse avrebbe dovuto esserci: perché scrivere un libro di memorie crudo e assolutamente onesto ora, così presto durante il regno di suo padre, se non per guadagno commerciale?”

L’attesa a palazzo per il libro di Harry

È stato l’editore britannico della biografia di Harry, Penguin Random House, ad annunciare che Spare è stato scritto con “onestà cruda e incrollabile” e che contiene nuovo materiale esplosivo che affronta l’infanzia di Harry e la sua spaccatura con la famiglia dopo l’incontro con Meghan.

Anche per questo pare che gli avvocati della Famiglia Reali siano in attesa delle memorie del principe Harry per capire davvero quanto possa essere pericoloso anche se non è detto che il volume, di oltre 400 pagine, arrivi tra le loro mani prima dell’uscita ufficiale: la Famiglia Reale non era nemmeno stata informata del titolo prima che questo venisse ufficializzato insieme al giorno della data di uscita.

Per capire se il memoir di Harry sarà davvero una bomba emotiva e mediatica contro la sua stessa famiglia bisognerà aspettare ancora qualche settimana ma è praticamente certo che il Duca di Sussex non ha evitato i passaggi scottanti della sua esistenza che lo hanno segnato nel profondo, come la decisione della sua famiglia di incoraggiare lui e suo fratello a camminare dietro la bara di Diana mentre il mondo assisteva al suo dolore.

Harry, che probabilmente anche a causa del suo libro non passerà un sereno Natale in famiglia, ha registrato personalmente anche la versione audio della sua autobiografia, qualora volessimo sentire direttamente dalla sua voce tutto ciò che ha da dirci.