#PostaDelCuore

Ho davvero scelto la monogamia o me la sono imposta?

La monogamia non è l'unica opzione che abbiamo per vivere una storia d'amore. Possiamo e dobbiamo sempre scegliere ciò che ci fa stare bene

Sabina Petrazzuolo

Lifestyle editor e storyteller

Ho un dubbio che mi tormenta da mesi, da quando ho scelto di lasciarmi andare e di vivere la mia prima vera storia d’amore. Ho 37 anni e mi ritengo uno spirito libero. Ho sempre vissuto la mia vita al massimo e sono davvero soddisfatta di tutto quello che ho fatto e che ho vissuto fino a questo momento. Non ho mai avuto legami sentimentali stabili, una scelta la mia che mi ha permesso un’estrema libertà da ogni punto di vista. Un anno e mezzo fa, però, ho conosciuto lui e devo dire che le cose sono cambiate. Ho messo radici e mi è piaciuto. Con lui sto davvero bene, ma non posso dire di non aver mai fantasticato, o flirtato con altri uomini in questo periodo. Non l’ho mai tradito però perché nutro profondo rispetto per lui. E in realtà non voglio tradirlo, ma mi conosco e so che mi annoio molto velocemente delle situazioni statiche. Mi chiedo se sarebbe un’opzione quella della poligamia, del poliamore. Insomma se diventassimo una coppia aperta cosa succederebbe? Lui come la prenderebbe? E gli altri? È il caso di parlargliene o lascio le cose come sono visto che tutto sommato funzionano? Mary

Mia cara Mary, innanzitutto benvenuta nel meraviglioso mondo dell’amore e dei sentimenti, quello fatto di emozioni e di contraddizioni, di domande che rischiano di restare senza risposta e di enigmi enormi che ancora nessuno è riuscito a risolvere.

Se non sei ancora scappata, da un anno a questa parte, allora io credo che tu abbia davvero trovato il tuo posto nel mondo. E dimmi, come ci si sente ad aver messo radici? È una sensazione bellissima, lo so, che ti riempirà il cuore e l’anima, indipendentemente dalle tue scelte personali e dall’epilogo di questa relazione.

Vedi, è su questo che dovresti concentrarti, sull’amore che provi per il tuo compagno, e su quello che state costruendo insieme adesso, indipendentemente dal nome che volete dargli o da quello che gli altri vogliono attribuirgli. Tu cos’è che vuoi davvero?

Rispondo alla tua domanda: sì, la poligamia è un’opzione, così come lo è la possibilità che voi diventiate una coppia aperta. Un percorso, questo, che potete affrontare insieme, ma solo se siete entrambi a volerlo.

Certo, lo capisco, esprimere il desiderio di voler vivere una relazione diversa da quelle che siamo abituate a vedere, può far paura. Ma nulla fa più paura, secondo me, che restare intrappolati in situazione che in realtà non ci appartiene, solo per assecondare le aspettative degli altri.

Accontentarti non è un’opzione che devi prendere in considerazione. Quindi prima di scoprire cos’è che vuoi davvero, sappi che è tuo, e solo tuo, il diritto e il dovere di scegliere come vivere una relazione, e che la monogamia non è l’unica forma accettabile di vero amore, come ci hanno insegnato. Al contrario, basta guardarsi intorno per vedere come, molto spesso, è quella che rende meno felici, che provoca divorzi e fallimenti sentimentali.

Ricorda, la monogamia deve essere una scelta personale, non culturale. Quindi se senti di stare stretta dentro a una relazione di totale esclusività, hai tutto il diritto e il dovere di valutare le altre opzioni.