Le persone intelligenti hanno meno amici. Ecco perché

L'intelligenza determina la quantità degli amici: un recente studio ha provato che le persone con un quoziente intellettivo più alto sono molto più felici se hanno pochi amici

È la nostra intelligenza a determinare il numero degli amici che possediamo. Una recente ricerca inglese condotta da Norman Li della Singapore Management University e da Satoshi Kanazawa della London School of Economics, ha provato infatti che le persone con un quoziente intellettivo più alto sono molto più felici se non hanno troppi amici.

Al già comprovato fatto che le donne intelligenti sono spesso single, grazie ai risultati si è giunti alla conclusione che lo stesso principio vale per le amicizie, ma stavolta sono inclusi anche gli uomini. Innanzitutto è emerso che coloro che vivono in aree più densamente popolate, sono meno soddisfatti dalla vita.

Tale fattore vale il doppio per coloro che hanno un quoziente d’intelligenza superiore alla media. I due studiosi fanno risalire le ragioni di tale risultato ai nostri antenati: hanno spiegato che essi vivevano in gruppi formati da solo 150 individui circa, ed era necessario rimanere in contatto per sopravvivere e riprodursi.

Quando i gruppi hanno iniziato ad allargarsi però, coloro che erano dotati di maggiore intelligenza avevano meno bisogno dell’appoggio degli amici e preferivano passare il tempo a prendersi cura della propria famiglia e di se stessi. Secondo Carol Graham, ricercatrice della Brookings Institution invece, le persone più dotate d’intelligenza preferiscono passare il proprio tempo da sole.

Difatti sono più focalizzate sui propri obiettivi e quindi sono poco inclini a “perdere tempo” socializzando. Secondo un’ulteriore teoria, i più intelligenti, essendo concentrati su se stessi, non hanno bisogno degli altri per sentirsi appagati. Chi si rivede in queste descrizioni, almeno una volta nella vita avrà quasi sicuramente ricevuto un messaggio o una telefonata da un amico, il quale gli chiedeva di parlare temendo che il rapporto si stesse raffreddando.

È possibile che ciò possa aver suscitato sorpresa, perché per queste persone è del tutto naturale passare del tempo da soli, e non vedono dove sia il problema nell’isolarsi dal mondo anche per settimane. Anzi, per svagarsi preferiscono rimanere a casa a leggere un buon libro, disegnare o scrivere.

Se non si giunge ad un punto d’incontro, purtroppo è possibile che un’amicizia finisca, ma per quanto possa essere dura, soprattutto se ci si conosce da molto tempo, una persona d’intelligenza superiore affronterà la perdita con filosofia.

Le persone intelligenti hanno meno amici. Ecco perché