Perché devi imparare ad accettare le tue debolezze

I punti di forza sono importanti, ma lo sono altrettanto le nostre debolezze

Siamo abituate a nascondere le nostre debolezze, a vergognarcene, a ritenerle sconvenienti, ma lo sono davvero? Ci viene consigliato da sempre di puntare sui nostri punti di forza, mentre le fragilità vengono relegate in un angolino, ben nascosto, nel terrore che possano uscire allo scoperto svelando al mondo intero chi siamo realmente. Forti ma anche deboli.

Eppure le fragilità fanno parte di tutte noi e accettarle è un primo passo importante per stare bene al mondo, per diventare amica di te stessa e degli altri. Sì perché nel momento in cui ti rendi conto di non essere perfetta, di non corrispondere in tutto e per tutto all’ideale di te stessa che hai costruito nella mente, diventi automaticamente più empatica anche nei confronti delle altre persone.

I nostri errori, le nostre imperfezioni, le nostre debolezze ci aiutano infatti ad accettare anche quelle altrui. E a diventare meno esigenti, meno prepotenti, più aperte verso il mondo circostante e più predisposte a creare relazioni soddisfacenti, in tutti i campi.

Senza contare che ammettere le proprie debolezze, a differenza di quanto sembra, richiede molta forza perché l’abbandono dell’ideale non è così automatico. Che poi non significa smettere di essere idealiste e di volersi migliorare, accettandosi passivamente così come si è. Piuttosto significa rendersi conto, senza mentire a se stesse, della propria vera personalità, partendo da lì, e non da un altrove irreale, per diventare quello che si desidera.

Anche in un ambito come il lavoro, dove siamo abituate ancora più che in altri a privilegiare i punti di forza, ammettere di avere delle carenze può esserti molto utile. Perché capendo dove sei carente, puoi agire, se ne vale la pena, per colmare le mancanze. E persino nei colloqui di lavoro, secondo una ricerca, svelare alcune delle tue debolezze può essere “vincente” perché trasmette un’idea di sincerità, di persona consapevole. Insomma, permette di farsi ricordare!

Per non parlare poi delle relazioni sociali in genere, dove l’ammissione delle proprie fragilità, se non diventa una sterile commiserazione pessimista di se stesse, non dispiace agli altri, purché se ne parli con un pizzico di sana ironia!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché devi imparare ad accettare le tue debolezze