Tutti abbiamo una farfalla blu nella nostra vita

Una metafora della vita, antica e sempre attuale, che ci ricorda che il potere e la libertà ci appartengono

Foto di Sabina Petrazzuolo

Sabina Petrazzuolo

Lifestyle editor e storyteller

Scrittrice e storyteller. Scovo emozioni e le trasformo in storie. Lifestyle blogger e autrice di 365 giorni, tutti i giorni, per essere felice

Dal lontano oriente arriva una storia tramandata da generazioni che, ancora oggi, rappresenta un esempio potentissimo di ciò che siamo e che possiamo essere. Sto parlando della leggenda della farfalla blu, una metafora della vita che insegna che il potere e la libertà ci appartengono.

C’era una volta una farfalla blu

Tutte le bambine dovrebbero conoscere la leggenda della farfalla blu per comprendere il senso della vita. Come abbiamo anticipato, infatti, questa nasconde un grande insegnamento. La storia narra di un uomo vissuto molti anni fa che, dopo la perdita di sua moglie, è rimasto ad accudire le due figlie. Piccole ma estremamente intelligenti, le bambine era estremamente curiose e desiderose di scoprire la vita e tutti i suoi significati.

Per accontentare la loro sete di conoscenza, il papà decise di portare le sue figlie presso un villaggio dove viveva un saggio, a lui chiese di prendersi cura delle bambine e insegnargli il senso della vita. Giorno dopo giorno le due sorelle esplorarono il mondo e la natura e, con l’aiuto del vecchio saggio, trovarono le risposte i più disparati quesiti. Tuttavia non erano ancora contente, soddisfatte di ciò che avevano appreso. Si chiedevano quanta sapienza e saggezza potesse appartenere, per davvero, all’uomo. Così decisero di escogitare una trappola per conoscere i limiti umani.

“Come possiamo ingannare il saggio? Quale domanda potremmo fargli per coglierlo impreparato?” Chiese la sorella minore. La sorella maggiore le mostrò una splendida farfalla blu appena catturata: “Lei ci permetterà di ingannare il maestro con una domanda a trabocchetto. Andremo da lui e io terrò la farfalla nascosta in una mano. Domanderò poi al saggio di dirmi se la farfalla che ho in mano sia viva o morta. Se egli mi dirà che è viva, stringerò forte la mano e la ucciderò. Se risponderà che è morta, la lascerò libera. Qualunque sia la sua risposta sarà dunque sempre errata”

Così le due bambine, complici di quella trappola, raggiunsero il saggio per metterlo alla prova. “Saggio” – disse la più grande – “Sapresti indicarci se la farfalla che ho tra le mani è viva o morta?” Lui le guardò entrambe e disse: “Dipende da te, essa è nelle tue mani”.

Il significato della leggenda antica

Il significato di questa leggenda antica sta tutte nelle poche e potenti parole pronunciate dal vecchio saggio. La farfalla blu, infatti, non rappresenta altro che il potere che abbiamo nelle nostre vite: il presente e il futuro sono, unicamente, nelle nostre mani. Questo vuol dire che tutti gli ostacoli che incontriamo durante il nostro cammino, tutti quei problemi che sembrano insormontabili, sono superabili perché abbiamo il diritto e il dovere di scegliere come approcciarci a questi.

Non siamo soggetti passivi di quello che ci accade e, anche se non possiamo controllare tutto, o evitare i fallimenti, le sconfitte e i dispiaceri, possiamo e dobbiamo diventare parte attiva di quello che succede, senza dare colpe agli altri, agli eventi o al destino, senza nasconderci dietro le scuse più diverse.

Questo, certo, non ci rende immuni dai fallimenti o dal dolore, ma anche questi fanno parte di un processo doveroso per crescere ed evolvere come persone. Noi siamo responsabili della nostra vita, e di ciò che siamo, e la leggenda della farfalla blu ce lo ricorda.