È scientificamente provato: chi ha il cane rimorchia di più

E' scientificamente provato che avere il cane rende più attraenti

Lauretana Satta

Lauretana Satta Dog blogger

Qualche tempo fa ci siamo occupati di perchè non bisogna avere paura dei cani e raccontavo che è difficile per me parlarne perchè non capisco chi ha paura dei cani e ancora meno chi non li apprezza.

Quello che i cani portano agli umani è incalcolabile, in termini di benefici fisici e mentali e anche di qualità della vita.

Giusto per fare qualche esempio basta ricordare che è scientificamente provato che basta che un cane entri in una stanza perchè si abbassi il livello di stress nei presenti, oppure che accarezzare un cane, tra le altre cose, rilassa i muscoli, migliora la pressione sanguigna, aumenta il livello di beta-endorfine nel sangue, oppure ancora che con il cane accanto si dorme meglio, oppure ancora che avere il cane è associato ad un minore rischio di soffrire di malattie cardiovascolari e ad un minore rischio di morte, oppure ancora che le zone e i quartieri dove ci sono cani la qualità della vita è migliore, oppure ancora che grazie ai cani si incontrano persone e si formano amicizie anche importanti. Per non parlare di come i cani servono gli umani – vogliamo dimenticare i cani che lavorano alla protezione civile, giusto per fare un esempio? A questo proposito qualche tempo fa girava una foto che condivido totalmente: un cane della protezione civile che si affaccia in un buco di neve dopo aver trovato la persona e sopra una scritta  del tipo Il cartello i cani non possono vale lo metti anche ora? Quanti disprezzano e discriminano i cani ma se ne hanno bisogno danno per scontato che si sacrifichino per loro. Mi viene un nervoso quando ci penso. Meglio spostare la mente su altro.

L’argomento di oggi offre una adeguata distrazione. Rimanendo in tema di quello che i cani fanno per gli umani, sembra anche che i quadrupedi rendano più attraenti.

Ebbene sì.

E’ scientificamente provato che chi ha un cane è percepito come più amichevole, più affidabile, e più disponibile di chi non ce l’ha e le persone tendono ad essere più attente e gentili con chi ha un cane, particolarmente se è di colore chiaro e di taglia piccola.

Per quanto mi riguarda mi sentirei di aggiungere che dipende anche da dove si vive. In Italia, ad esempio, ci sono posti dove i cani sono molto ben visti e il piacere che genera la loro presenza viene esteso anche ai loro umani, e ci sono posti (la maggioranza, purtroppo) in cui invece non sono per niente ben considerati e per i proprietari è impossibile essere indifferenti all’ostilità nei confronti delle loro creature pelose.

La questione non finisce qui. Alcuni ricercatori hanno scoperto infatti che avere il cane rende gli uomini (già…) più attraenti.

Da un esperimento è emerso che le donne sono 3 volte più disposte a dare il loro numero di telefono se a chiederlo è un maschio accompagnato da un cane piuttosto che se lo chiede lo stesso maschio ma senza essere accompagnato dal cane.

Una recente ricerca isrealiana ha voluto indagare se e se sì, come, la presenza di un cane influenza la percezione che le donne hanno degli uomini. Il parametro di riferimento erano due tipi di uomo, uno con comportamenti da uomo di famiglia e l’altro con comportamenti da ‘mascalzone’ e per i due tipi bisognava indicare quanto lo avrebbero sposato o avrebbero avuto una relazione temporanea.

La maggioranza delle partecipanti ha indicato che avrebbe sposato gli uomini con comportamenti da uomo di famiglia e alcune hanno indicato di essere interessate ad una relazione di breve termine con il mascalzone.

Quello che la ricerca ha scoperto è che inserendo la variabile cane – i due tipi di uomo erano presentati ora come proprietari di cane – la percezione delle signore cambiava, aumentando in modo significativo il numero di loro interessate al mascalzone.

La presenza del cane non ha invece influenzato l’immagine dell’uomo tipo padre di famiglia, il che non vuol dire che la presenza del peloso non lo benefici ugualmente considerato che, come abbiamo visto, grazie ai cani è più facile conoscere persone  nuove.

L’ipotesi è che il modello mascalzone abbia benefiato della presenza del cane perchè, anche inconsapevolmente, le signore associavano il cane alla disponibilità del proprietario di impegnarsi in una relazione a lungo termine, e di essere alla fine uno che ci tiene, che si impegna e dedica tempo e risorse a qualcuno a cui tiene.

Lauretana Satta

Lauretana Satta Dog blogger Dal caos nasce una stella danzante, diceva Nietsche. Per Lauretana il caos è stata la relazione con Oban, cane complicato, e la stella danzante è la vita insieme ora dopo tanto lavoro insieme. Dall’esperienza con Oban è nato il sito Dogdeliver, pensato per raccontare la straordinarietà dei cani e della loro relazione con gli umani.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

È scientificamente provato: chi ha il cane rimorchia di più