Morta il soprano Daniela Dessì: “Uccisa da malattia breve e terribile”

Il soprano Daniela Dessì è morta dopo una breve e terribile malattia che l’ha portata via dal mondo della lirica

È morta Daniela Dessì, regina della lirica morta a 59 anni a causa di una malattia breve e terribile. Il famoso soprano è venuto a mancare al Poliambulanza di Brescia dopo aver combattuto a lungo con un male che non le ha lasciato alcuno scampo. A dare l’annuncio è stato Fabio Armiliato, famosissimo tenore e compagno di vita con lei dal 2000. “Una malattia breve, terribile e incomprensibile me l’ha portata via in questi mesi” ha spiegato Armiliato “se ne è andata la più grande cantante lirica degli ultimi 20 anni“.

Qualche mese fa Daniela Dessì aveva rivelato sul suo account Facebook che avrebbe cancellato molti dei suoi aventi estivi a causa di problemi di salute. Aveva però annunciato ai suoi followers che sarebbe stata presente al grande concerto sacro alla Basilica di Loreto il prossimo 8 ottobre, chiedendo ai fan di non mancare a quell’appuntamento per lei molto importante.

Alla fine però Daniela Dessì non ce l’ha fatta e si è dovuta arrendere a quella malattia che l’ha portata via al mondo della lirica che oggi piange il suo talento. La sua straordinaria carriera di soprano era iniziata nel 1980 grazie al Concorso Internazionale della Rai in cui aveva vinto il primo premio. Il debutto è arrivato con La serva padrona di Pergolesi all’Opera Giocosa di Savona, poi per lei sono arrivati tanti ruoli importanti e collaborazioni con i più grandi teatri, fra cui la Scala di Milano (dove lavora anche Monica Vaglietti, ballerina che salva i levrieri), il Metropolitan di New York e la Deutsche Oper di Berlino.

Daniela Dessì era nata a Genova, ma da diverso risiedeva sul lago di Garda insieme al compagno Fabio Armiliato. La sua morte arriva dopo che ieri il mondo dell’arte aveva festeggiato gli 80 anni di Carla Fracci regina della danza che oggi piange, insieme agli altri, la morte della grandiosa soprano.

Morta il soprano Daniela Dessì: “Uccisa da malattia breve e te...