Dieci giochi all’aria aperta da fare coi bambini

Semplici e divertenti, i giochi che si possono scegliere per passare del tempo con i più piccoli al parco o nel giardino di casa sono numerosi

Con l’arrivo della bella stagione, i bambini hanno la possibilità di passare più tempo all’aria aperta. Capita spesso che, in questi frangenti, i genitori si interroghino sui giochi migliori da far fare loro. Le alternative non mancano! Il bello è che si tratta di soluzioni semplici e altrettanto divertenti.

Qualche esempio? L’acchiappa-ombra. In questo caso, il gioco prevede il fatto di ‘puntare’ un altro bimbo e di cercare di calpestare la sua ombra. Un altro grande classico del divertimento all’aperto è il lupo mangia frutta. Si tratta di un gioco famosissimo, ma non fa mai male fare un piccolo ripasso e ricordare che i bambini devono scegliere che frutto essere e la persona che impersona il lupo deve chiamarli. In caso di corrispondenza, il lupo dovrà ‘catturare’ il frutto.

Come non citare poi la pista da biglie nella sabbia, un gioco tanto antico – pare abbia origini preistoriche – quanto semplice e divertente? Un altro gioco che arriva dal passato e che permette di passare il tempo con i bambini in allegria al parco o nel giardino di casa è il lancio delle noci. Come funziona? Creando delle piccole piramidi di noci e consegnandone tre a ogni partecipante. Vince chi ne fa cadere di più.

Proseguendo con l’elenco delle alternative utili quando si parla di giochi all’aria aperta per bambini, è doveroso fare un cenno al gatto e al topo. In questo caso, il gatto cattura il topo toccandolo. Quest’ultimo, deve rimanere fermo con le gambe divaricate, ma può liberarsi se un altro topo gli passa sotto.

Un altro gioco interessante è quello della corsa con i palloncini. Cosa prevede? Il fatto di assegnare un palloncino ad ogni bimbo, che dovrà spingerlo con il naso fino al traguardo. Da non dimenticare è anche il gioco della palla prigioniera. I bambini devono colpire i propri avversari con una palla. Chi viene colpito diventa prigioniero, mentre chi prende la palla può liberare uno degli altri concorrenti.

Chi non conosce il gioco dei quattro cantoni? In questo caso, devono partecipare cinque bambini, uno che si mette al centro e quattro agli angoli. Quando viene dato il via, chi sta agli angoli deve scambiarsi di posto il più velocemente possibile. A è al centro, invece, tocca impegnarsi per conquistare uno dei posti rimasti vuoti.

Simpaticissimo è anche il gioco del bruco. In questo caso, i bambini devono formare due file cercando di ‘tagliare’ il bruco avversario e di inglobarne la parte finale. Concludiamo con un cenno al calcio-scopa. Come funziona? Esattamente come il calcio tradizionale, solo che i piccoli giocatori devono colpire la palla non con i piedi ma con una scopa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieci giochi all’aria aperta da fare coi bambini