Come abituare il tuo bambino a dormire per tutta la notte

Il ritmo sonno-veglia nei bambini è estremamente diverso rispetto a quello degli adulti. Alla nascita il ritmo è determinato dai bisogni interni quali la fame e la sete. Nelle prime due settimane il neonato dorme all’incirca il doppio dell’adulto, circa sedici ore al giorno ripartite in sette-otto periodi nei quali avvengono l’allattamento e la pulizia. Prendersi cura dei neonati in questa fase vuol dire anche adattarsi ai suoi ritmi.

Verso i sei-sette mesi i neonati riescono anche a dormire l’intera notte e in ogni caso iniziano a potersi adattare lentamente ai ritmi esterni. Questo vuol dire che i genitori possono cercare di sincronizzare il ritmo del bambino con quello esterno e il sonno nelle ore notturne.

Per aiutarlo a dormire è utile insegnare delle buone abitudini:
seguire orari regolari durante la giornata (orario del risveglio e addormentamento)
aiutarlo a distinguere il giorno dalla notte: la sera e la notte sono i momenti del sonno prolungato e non del pisolino diurno
– può essere utile creare una routine prima di andare a letto (bagno, pigiama, una canzone, un libro da leggere insieme…)
– di sera è bene non stimolarlo eccessivamente ed evitare giochi che lo eccitano
se si sveglia di notte per il pasto interagire il meno possibile
evitare sonnellini nelle ore serali
– non mandare a letto il bambino se ha fame ed evitare di farlo bere troppo prima e durante la notte
dare al bambino un oggetto che lo rassicuri (un gioco, una copertina…)

Tutto questo tenendo presente che ogni bambino è unico, e ciò che può essere rilassante per un bimbo (es. il bagnetto) può essere un momento di attivazione per un altro.

Consulenza scientifica della Dott.ssa Elisabetta Valtorta, Psicologa clinica e psicoterapeuta della Gestalt

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come abituare il tuo bambino a dormire per tutta la notte