È giunta l’ora di smetterla di dare addosso a Chiara Ferragni come madre

Se c’è una cosa che gli haters adorano fare è attaccare Chiara Ferragni come madre. Ma sarebbe davvero ora di farla finita

Le persone tendono sempre a ergersi a giudici delle vite degli altri, soprattutto quando pensano di conoscere due o tre cose.

Succede in tutti gli ambiti della vita: dalla scelta della facoltà universitaria a quella del partner, al modo di vestire o a quello di tagliare i capelli, ci sarà sempre qualcuno che sospirando dirà “Eh però…”, o peggio ancora “Eh ma io…”. Commenti spesso non richiesti e di cui il mondo farebbe volentieri a meno, ma che queste persone non ce la fanno proprio a tenersi per sé. Questi dispensatori di perle e giudizi poi, non è che si limitano ad ammorbare i loro amici e parenti, costretti a sopportarli. No. Vanno in giro per social network a commentare e sparare la loro sui profili di persone che nemmeno conoscono. Come Chiara Ferragni, ad esempio.

E con quest’introduzione apriamo il terreno a un altro assioma incontrovertibile: quanto piace alla gente giudicare la vita e le scelte delle donne? Quest’ultime sono criticate qualsiasi cosa facciano. Se vogliono avere figli o non vogliono avere figli, se vogliono fare carriera o se non vogliono fare carriera, se si sposano o non si sposano, se mandano i bimbi al nido o se non mandano i bimbi al nido, se mettono gli shorts o se si vestono come educande. E ovviamente sono costantemente sotto l’occhio di bue per come crescono i figli. E quale miglior bersaglio di Chiara Ferragni che è un’imprenditrice di successo (persino più ricca di Fedez pare), ha deciso di non allattare, di non battezzare il figlio e di prendere una tata? Ed è proprio su quest’ultima sua – legittima – decisione che centinaia di utenti si sono scatenati, dandole addosso e accusandola di non stare crescendo suo figlio. Gli attacchi sono stati così pesanti che Chiara Ferragni ha pubblicato un video in cui risponde agli haters: «Questi commenti che scopo hanno? Farmi sentire meno madre perché vengo aiutata da mio marito, le nonne e la tata a crescere mio figlio?».

Non esiste il manuale del perfetto genitore. Non lo è Chiara Ferragni e non lo siete nemmeno voi. E sapete perché? Perché il perfetto genitore non esiste. Ci sono solo persone che fanno del loro meglio per crescere i propri figli, prendendo decisioni giuste e a volte decisioni sbagliate. Smettetela di ergervi sul piedistallo e credere di essere migliori degli altri, perché non lo siete. E gli sbagli li fate anche voi, tata o meno. Attaccare Chiara Ferragni non farà di voi delle persone migliori, ma solo delle persone più livorose e tristi. Smettete di essere giudici delle maternità altrui e pensate alle vostre. Sicuramente male non vi fa!

È giunta l’ora di smetterla di dare addosso a Chiara Ferragni come&...