Mino Raiola, chi è la moglie Roberta e madre dei suoi figli

Mino Raiola, l'agente sportivo è morto al San Raffaele di Milano dopo aver lottato come un leone: chi sono sua moglie e i suoi figli

Mino Raiola è morto. Dopo la notizia della sua scomparsa circolata nei giorni precedenti al tragico epilogo, poi smentita dal comunicato Ansa professor Alberto Zangrillo, primario del San Raffaele di Milano, è arrivata quella che si temeva ormai da giorni. Ma chi è stato nel privato Mino Raiola? Chi sono la moglie e i figli dell’agente sportivo più importante del mondo del calcio.

Addio a Mino Raiola, morto a 54 anni

Il procuratore sportivo più influente del meraviglioso universo del pallone non ce l’ha fatta. Ha lottato, fino alla fine, ma le complicazioni della sua patologia si erano fatte troppo severe per lasciargli scampo. La notizia arriva direttamente dal suo profilo Twitter ufficiale. Queste le parole della sua famiglia: “Con infinito dolore annunciamo la scomparsa di Mino, il più straordinario procuratore di sempre. Mino ha lottato fino all’ultimo istante con tutte le sue forze proprio come faceva per difendere i calciatori. E ancora una volta ci ha resi orgogliosi di lui, senza nemmeno rendersene conto. Mino è stato parte delle vite di tanti calciatori e ha scritto un capitolo indelebile della storia del calcio moderno. Ci mancherà per sempre e i suo progetto di rendere il mondo del calcio un posto migliore per i calciatori sarà portato avanti con la stessa passione. Ringraziamo di cuore coloro che gli sono stati vicini e chiediamo a tutti di rispettare la privacy di familiari e amici in questo momento di grande dolore

Mino Raiola, chi è sua moglie

Della vita privata di Mino Raiola si sa ben poco, ma alcuni dettagli lasciano intendere molto sulla sua persona. Ciò che è certo, è che Raiola e sua moglie Roberta hanno condiviso la loro esistenza per circa trent’anni, nonostante non si sappia nel dettaglio di cosa lei si occupi. Non ci sono foto pubbliche che li ritraggono insieme, ma da Calciopolis.it sono spuntate alcune informazioni che riguardano il loro primo incontro.

Mino Raiola e sua moglie Roberta si sarebbero conosciuti in Puglia (lei è di origini foggiane), durante uno dei primi viaggi di lavoro del procuratore sportivo, e da allora non si sono più lasciati, nonostante i numerosi impegni che portavano Raiola lontano da casa per molto tempo come lui stesso aveva avuto modo di dichiarare. Dal loro amore sono nati due figli, e nemmeno di loro si sa molto, se non che entrambi amano il mondo del calcio esattamente come il padre, nonostante nessuno dei due abbia intrapreso una carriera simile alla sua.

E non sarebbe facile replicarla, perché Mino Raiola è riuscito a costruire una carriera incredibile, attraverso trattative importanti e affiancandosi a calciatori come Zlatan Ibrahimović o Mario Balotelli.

Mino Raiola, gli ultimi giorni in ospedale

Una situazione complicata, quella che riguardava le condizioni di salute di Mino Raiola, classe 1967, che spinto il Primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione del San Raffaele di Milano, Alberto Zangrillo, a prendere la parola. Attraverso un comunicato Ansa, il Professore aveva spiegato che il procuratore sportivo era ancora vivo e stava lottando in ospedale con tutte le sue forze.

Parole simili sono arrivate dal profilo Twitter di Mino Raiola stesso, che con poche righe aveva fatto chiarezza sul suo stato di salute: “Stato di salute attuale per chi lo chiede: inca**ato visto che è seconda volta che mi uccidono in quattro mesi. Sembra che sono in grado di resuscitare”.

Tutto ha avuto inizio lo scorso gennaio, quando sono iniziate a trapelare alcune indiscrezioni che riguardavano le condizioni dell’agente sportivo. Ciò che le voci riportavano, riguardava il ricovero in ospedale a Milano, esattamente al San Raffaele, per una patologia polmonare e un successivo intervento chirurgico. Esclusa la correlazione a un’infezione da Covid, il suo staff aveva precisato, in quell’occasione, che si trattasse di controlli già programmati da tempo e che quindi Raiola non fosse in pericolo di vita come era stato detto. La situazione è poi precipitata: Mino Raiola è stato ricoverato in condizioni gravi per una patologia che non gli ha lasciato scampo.

Mino Raiola

Mino Raiola