Il potente discorso di Michelle Williams che invita le donne alla libertà

"Sono grata di aver vissuto in una società in cui la scelta esiste"; così la sempiterna Jen di Dawson’s Creek ci invita a scegliere, sempre.

Sono passati 75 anni da quando il Regno d’Italia istituì il suffragio femminile e le donne furono chiamate a votare alle amministrative; poi nel 1946 ecco il primo voto su scala nazionale. Una vittoria, quella dell’universo femminile, che a quei tempi vedeva davanti a sé aprirsi la strada dell’eguaglianza di genere.

Poi un’altra vittoria per le donne, quella della legge italiana che regola l’accesso all’aborto del 22 maggio 1978; ci era stata finalmente data la libertà di scegliere del nostro corpo e per il nostro futuro.

Di anni ne sono passati tanti, ma il retaggio di una società bigotta e patriarcale è ancora presente nella vita di tutte noi perché quei passi, mossi fino a questo momento, sono ancora troppo piccoli e la verità è che lo spettro della diseguaglianza di genere è sempre in agguato.

E questo probabilmente lo sa bene Michelle Williams, l’attrice statunitense che abbiamo conosciuto sul piccolo schermo per il celebre ruolo di Jen in Dawson’s Creek, che con le sue parole ha difeso e celebrato la libertà delle donne. L’occasione è stata la cerimonia tenutasi al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills per il conferimento dei Golden Globe.

Dopo aver ritirato il premio ottenuto grazie all’interpretazione in Fosse/Verdon, la serie tv dedicata al coreografo e alla ballerina, Michelle ha prima ringraziato il pubblico che la segue con affetto, per poi lanciare un invito a tutte le donne: quello di scegliere, sempre a qualsiasi costo, secondo le proprie regole.

Sono grata per il riconoscimento avuto grazie alle scelte che ho fatto, ma sono anche grata per aver vissuto in un momento della nostra società in cui esiste la possibilità di scegliere, perché come donne e come ragazze possono accadere cose al nostro corpo che non sempre sono una nostra scelta.

Con queste parole l’attrice difende il diritto di scegliere se proseguire la gravidanza o interromperla, e lo fa in un periodo molto importante della sua vita, Michelle infatti aspettava un bambino dal suo nuovo fidanzato Thomas Kail.

Ma il discorso tenuto dalla Williams ci insegna molto di più. L’attrice esorta il mondo femminile intero all’autodeterminazione e a quel riconoscimento della capacità di scelta autonoma e indipendente delle donne.

Ho fatto del mio meglio per vivere la mia vita, che non è solo una serie di eventi che mi accadono, se mi guardo indietro posso vedere il segno della mia calligrafia dappertutto, disordinata e scarabocchiata, e in altri momenti attenta e precisa. Ma tutto scritto di mio pugno. Non sarei stata in grado di farlo senza la consapevolezza del diritto di scelta di una donna. Quindi, donne dai 18 ai 118 anni, quando è il momento di votare, per favore, fatelo nel vostro interesse personale. È quello che gli uomini fanno da anni, motivo per cui il mondo assomiglia molto a loro, ma non dimenticate che siamo il più grande organo di voto in questo paese.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il potente discorso di Michelle Williams che invita le donne alla libe...