L’igiene in cucina

Non è al ristorante, non è al bar né nelle mense che si corre maggiormente il pericolo di intossicazioni alimentari. Il nemico è molto più vicino di quanto si pensi, e si annida nei luoghi a noi più familiari, ovvero in cucina.

Secondo studi e indagini che vengono effettuati regolarmente negli ultimi anni, è in ambito domestico che nasce quasi la metà delle infezioni tossiche alimentari.

Anche chi pensa di essere più preparato in materia di regole igieniche infatti commette qualche errore, per fretta o per ingenuità. E’ utile dunque fare il punto su alcune regole che magari non tutti conoscono. Eccole:
  • gli avanzi di piatti cucinati non vanno mai lasciati fuori dal frigo, né per qualche ora né tantomeno per tutta la notte
  • le mani devono essere lavate più volte mentre si cucina, ogni qual volta si viene a contatto con alimenti diversi e soprattutto con piatti sporchi o con il bidone della spazzatura
  • lo strofinaccio: ne vanno usati almeno due, uno per asciugare frutta e verdura e uno per piatti e posate. Un terzo può essere dedicato all’asciugatura delle mani. Gli strofinacci vanno cambiati almeno 2 o 3 volte la settimana
  • la spugna: ce ne vogliono due distinte: una per lavare i piatti e un’altra per pulire il piano di lavoro
  • il tagliere è l’oggetto sul quale spesso si trova una carica batterica insospettabilmente alta. Per una maggiore igiene è preferibile usarne due, uno per gli alimenti da consumare crudi e uno per quelli da cuocere, ed è preferibile la plastica al legno. E’ buona regola lavare i taglieri con acqua e sapone dopo averli utilizzati
  • l’uovo è un alimento particolarmente insidioso dal punto di vista delle intossicazioni. Prima di usarlo per qualsiasi preparazione il guscio va lavato sotto l’acqua; se tra gli ingredienti di una ricetta sono state usare uova crude i piani di lavorazione vanno lavati con particolare cura
  • la verdura già lavata che si trova in buste preconfezionate va sempre ugualmente sciacquata prima del consumo, soprattutto se ci si avvicina alla data di scadenza
  • frutta e verdura vanno sciacquate tre volte e durante il primo lavaggio è bene aggiungere del bicarbonato: solo così l’igiene sarà al 100%

 

L’igiene in cucina