Sugaring fai da te: come si fa la ceretta araba

Mai sentito parlare della ceretta araba? Ecco cos’è la sugaring, perché è così amata per rimuovere i peli superflui e come farla a casa

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cos’è

La sugaring – o ceretta araba – è un prodotto completamente naturale per eliminare i peli superflui usato da tempi immemorabili. Di cosa si tratta? In pratica è un composto preparato con zucchero, limone ed eventualmente acqua, mescolati insieme e sciolti a caldo fino a raggiungere una consistenza fluida e densa, simile a quella del miele.

Si tratta dunque di una ceretta economica, ecologica, semplice da preparare e usare. La sugaring è un rimedio di depilazione antico, ma è tornata di moda da alcuni anni e oggi è utilizzata anche in alcuni centri estetici, soprattutto quelli che hanno un approccio naturale alla bellezza.

Oltre che dall’estetista, la ceretta araba si può trovare facilmente in commercio: la sugaring viene infatti venduta nei negozi di cosmetici naturali, anche on line. In genere viene proposta in contenitori di plastica dura e resistente, riciclata o riciclabile, insieme a fogli in tessuto per l’applicazione, riutilizzabili per molte volte. L’uso è semplice e pratico e il metodo è assolutamente efficace per rimuovere peli superflui da ogni zona del corpo e del viso, anche nelle aree in cui la pelle è più delicata.

La ceretta araba in vendita si riscalda per pochi minuti in microonde o a bagnomaria, sistemando il contenitore sul piatto del forno o in un pentolino con acqua calda. Una volta pronta, si usa stendendola con le mani o grazie ai teli riutilizzabili in dotazione, si strappa e si risciacqua con acqua tiepida. Facendo i conti, la ceretta allo zucchero in commercio costa circa due euro per una ceretta totale, prezzo che scende ulteriormente molto se si ricorre alla sugaring fai da te.

I vantaggi non riguardano però solo il prezzo davvero contenuto, ma anche la sostenibilità del prodotto, la praticità di utilizzo e i benefici per la pelle di questa ceretta dalla storia antica ma dall’utilizzo ancora attualissimo.

Vantaggi

Tra i vantaggi della ceretta araba troviamo sicuramente il basso costo e il ridotto impatto ambientale. La sugaring, come abbiamo visto, contiene solo zucchero e limone, ingredienti economici, facilmente reperibili e completamente biodegradabili.

Un altro aspetto positivo della ceretta araba è la facilità con cui può essere rimossa dalla pelle e dagli strumenti usati per prepararla o per applicarla: acqua e zucchero, infatti, si risciacquano solo con acqua tiepida senza alcuna difficoltà.

La sugaring è però anche un ottimo rimedio per i vari inestetismi provocati da depilazione ed epilazione. Questo perché ceretta araba ha il pregio di aderire solo ai peli e non alla pelle e di avere una leggera azione antisettica e lenitiva. Utilizzando la sugaring addio quindi a dolore, arrossamenti generalizzati, peli sottopelle e brufoli post depilazione.

Come si fa

Per preparare la ceretta araba o sugaring servono due semplici ingredienti: zucchero e succo di limone fresco. Le dosi per realizzarla sono:

  • una parte di succo di limone
  • due parti di zucchero

Le quantità dipendono ovviamente da quanto prodotto si vuole ottenere; per fare un esempio, si possono utilizzare 200 grammi di zucchero e 100 grammi di succo di limone. Il procedimento prevede poi di di sciogliere lo zucchero nel succo di limone in un pentolino a fuoco molto basso.

Quando il composto appare liquido e omogeneo, si spegne il fuoco, si lascia intiepidire leggermente e lo si travasa infine in un contenitore in vetro resistente al calore e munito di coperchio. La ceretta araba va poi fatta raffreddare completamente per ventiquattro ore e si conserva in un luogo fresco e asciutto per circa tre mesi.

Come si usa

Una volta preparata o acquistata, prima di poter utilizzare la ceretta araba bisogna riscaldarla per pochi secondi in microonde o per qualche minuto a bagnomaria, lasciando il composto all’interno del contenitore. Non è necessario scaldare a lungo, anzi: per prevenire di scottarsi durante l’uso bisogna evitare che la sugaring raggiunga temperature elevate. Una volta arrivata alla giusta temperatura, la ceretta araba può essere utilizzata per depilarsi in due modi differenti in base alla sua consistenza, quindi o prelevando una pallina di prodotto da usare così com’è o stendendo la ceretta su una striscia di cotone.

Nel primo caso, la pallina si stende sulla pelle con le mani, per poi strappare nel senso opposto alla crescita dei peli; nel secondo caso la si stende sulla striscia di cotone e si procede strappando sempre nel senso contrario alla crescita del pelo. Trattandosi di un metodo di epilazione delicato, la sugaring può essere usata su gambe, cosce, braccia, zona bikini e anche sul viso, ad esempio per rimuovere i baffetti.

Quando la ceretta araba viene preparata in casa, l’esperimento può non riuscire al primo tentativo: se al momento dell’uso la sugaring non dovesse avere consistenza giusta, niente panico. In questo caso la si può rimettere sul fuoco e aggiungere lentamente altro succo di limone, spegnere il fuoco e lasciar raffreddare. Il giorno dopo, si può riprovare a lavorare la ceretta con le mani per valutarne la consistenza.