Cos’è e quanto costa il refill delle unghie in gel?

Mascherare la ricrescita delle unghie con il refill in gel: scopri come si fa, quando farlo e quanto costa.

Se anche tu ami avere mani sempre perfette, sarai certo a conoscenza delle unghie gel. Ma come fare quando, a distanza di qualche settimana, comincia a vedersi la ricrescita? Esiste una tecnica chiamata refill che ti permette di ripristinare la nail art al suo stato originale. In questa guida ti spieghiamo come fare e a chi rivolgerti per delle mani che seducono anche a distanza di qualche tempo.

Refill unghie: che cos’è?

Di certo avrai sentito parlare delle tecniche di ricostruzione delle unghie, dell’acrilico e dello smalto semi-permanente. Sono tutti sistemi che ti permettono di avere unghie perfette per un lungo periodo, a differenza dello smalto tradizionale che ogni pochi giorni dev’essere ritoccato.

La ricostruzione ti fa sfoggiare unghie incredibili, ma già dopo una settimana o due potrebbero cominciare a vedersi i primi segni di ricrescita. Significa che devi tornare dall’estetista a ripetere l’operazione? Assolutamente no! Se non ti sei stancata di quella particolare nail art, puoi ricorrere al refill. Questo “ritocco” viene eseguito direttamente sulla ricrescita per nasconderla, ripristinando l’antico splendore del colore.

Refill unghie gel

Fonte: 123rf

Refill unghie: ogni quanto?

In linea di massima, le esperte del settore consigliano eseguire un refill ogni 20 giorni dall’applicazione del gel. È inoltre buona norma non lasciar passare più di 3 settimane, altrimenti il refill dovrà essere eseguito su una porzione più grande dell’unghia e rischierebbe di rovinare il risultato complessivo dell’operazione estetica.

Refill unghie: come si fa?

La prima regola del refill è quella di rimuovere il top coat e il colore utilizzando una lima o una fresa elettrica. Una volta limato via il dislivello tra l’unghia naturale e quella ricostruita, l’estetista potrebbe procedere a ridurre la lunghezza nell’unghia nel caso non sia più di vostro gradimento. Dopo la livellatura, le unghie vengono opacizzate con un buffer e poi verrà effettuata la rimozione delle cuticole. Attenzione: le cuticole non devono mai essere tagliate, ma spinte indietro delicatamente!

L’estetista procederà dunque a stendere una base trasparente su tutta la superficie dell’unghia, la quale verrà asciugata con l’apposita lampada e, una volta che questa sarà perfettamente asciutta, si procederà all’applicazione del gel. Questo dovrà essere posto solo sulla parte della ricrescita, in modo tale che l’effetto finale risulti davvero omogeneo. Dopo un’accurata asciugatura, le unghie verranno sgrassate e bufferate. A questo punto si riapplica il colore, due mani, e poi ancora il top coat. Attenzione sempre allo stato di salute delle vostre unghie, le quali potrebbero essere danneggiate dalla procedura. Puoi eseguire il refill anche a casa tua se sei abbastanza esperta e sei sicura di lavorare nel rispetto della tua unghia.

Nail Art

Fonte: 123rf

Refill unghie: ma quanto costa?

Il refill, pur non essendo una procedura lunga e complessa come quella della ricostruzione totale o dell’applicazione del gel, richiede comunque un certo quantitativo di lavoro e di impegno. I prezzi del refill unghie variano in base alla location e, naturalmente, al prestigio del centro estetico, ma di regola questa operazione si aggira attorno ai 30 euro. Se non vuoi spendere di più, nel momento in cui richiedi una ricostruzione prenota da subito anche l’appuntamento per il refill, entro 20 giorni, così da essere sicure.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cos’è e quanto costa il refill delle unghie in gel?