Stretching in gravidanza: esercizi e consigli

Lo stretching in gravidanza può essere molto utile per affrontare i problemi della gestazione: ecco esercizi e consigli

Durante la gravidanza, per evitare problemi alla schiena e prevenire i tipici disturbi della gestazione, potrebbe essere utile praticare dello stretching.

Cosa è lo stretching in gravidanza

Lo stretching da praticare in gravidanza è in sostanza uno “stiramento dolce” che serve per allungare e rilassare tutti i muscoli del corpo. Per rendere efficace lo stretching sarebbe necessario seguire alcune regole:

  1. I movimenti devono essere sempre molto dolci ed eseguiti senza sforzo, con gesti molto simili allo “stiracchiamento”. Il loro obiettivo infatti è quello di creare un allungamento e una sensazione di leggera tensione, niente di più, per questo la donna incinta non dovrebbe esagerare e fare tutto con molta calma
  2. Ogni posizione va mantenuta per diversi secondi per essere efficace, respirando intensamente e con la stessa tensione nei muscoli
  3. Non si deve mai molleggiare, nè rimbalzare. Durante lo stretching si sta fermi e sono i muscoli ad allungarsi, non il contrario
  4. L’allungamento si può forzare solo se non provoca dolore alla mamma e deve essere fatto sempre in fase di espirazione
  5. Ogni volta che un esercizio termina non si dovrebbe abbandonare la posizione all’improvviso, ma farlo in modo leggero e dolce
  6. Lo sforzo non deve essere mai esagerato, altrimenti si otterrà l’effetto contrario e il muscolo eseguirà una contrazione per potersi proteggere

Stretching in gravidanza: esercizi

  • Esercizio 1 – La donna distesa a terra a gambe flesse con le piante dei piedi a terra. La posizione va mantenuta per 30 secondi in modo da consentire l’allungamento dei muscoli nell’area inguinale.
  • Esercizio 2 – La donna distesa a terra deve tendere le braccia e le gambe il più possibile in direzioni opposte. La posizione deve essere mantenuta per 5 secondi e non deve creare in alcun modo dolore.
  • Esercizio 3 – La donna seduta a terra con le gambe divaricate leggermente e il bacino vicino alla parete per evitare che la schiena si inarchi. La posizione va mantenuta per 30 secondi.
  • Esercizio 4 – La donna stesa con il bacino vicino alla parete, i talloni appoggiati alla parete, le gambe tese e leggermente sollevate. La posizione va mantenuta per 3 minuti.
  • Esercizio 5 – La donna curva la schiena formando un arco e tenendo entrambe le braccia distese. La posizione va mantenuta per qualche secondo, poi espirando si può riabbassare la schiena creando un arco al contrario.
Stretching in gravidanza: esercizi e consigli