Jovanotti ha il Covid, la speranza dopo la paura: “Passerà anche questa”

Jovanotti ha raccontato la sua disavventura con il virus ma ha lasciato ampio spazio alla speranza di riprendersi presto

Un Natale da dimenticare, quello di Jovanotti, che si è ritrovato a fare i conti con il Covid. L’artista ha deciso di condividere la sua esperienza sui suoi canali social ufficiali, spiegando di essere sulla via della ripresa nonostante la paura iniziale. Fortunatamente, il vaccino ha mitigato i sintomi della malattia che sta affrontando con grande coraggio.

Jovanotti positivo al Covid

“Ieri avevo 38 di febbre, oggi 37,2. Non è che questi tamponi rapidi siano così efficaci. Dai va bene, poi sono vaccinato. È un’influenza di quelle toste”. E scherza: “Vai via dai, ci sono posti migliori. Mal di gola pazzesco , male di muscoli, tutto”. Jovanotti non si è dato per vinto e si è detto pronto a lottare per ritrovare la salute.

”Passerà, non è che questi tamponi rapidi siano così efficaci nonostante tutte le precauzioni. Infatti poi la sera mi ha chiamato Nicola Savino e mi ha detto: ‘Stamattina ero negativo poi mi sono fatto il molecolare e sono positivo”’. Lorenzo Cherubini ha così scoperto di essere positivo al Covid dopo un controllo più accurato, ma con il video comparso sui social ha voluto tranquillizzare tutti sulle sue condizioni.

Lo stato di salute di Jovanotti non desta preoccupazione. La febbre ha iniziato a calare dopo la paura iniziale e, con la protezione del vaccino, può dirsi abbastanza sereno e speranzoso per il futuro più prossimo. Il suo affrontare tutto con allegria è certamente una marcia in più, quella che ci vuole per affrontare ogni difficoltà della vita.

La paura per Teresa e la rinascita

Un periodo sicuramente non facile, quello che ha dovuto attraversare Jovanotti, trovatosi a fare i conti con la malattia improvvisa della figlia e che ha superato con grande forza. Il linfoma di Hodking che l’ha colpita le è stato diagnosticato nel 2019 e, con grande tenacia, ha superato il peggio fino a dirsi quasi guarita già nel 2020.

È stata Teresa a tenere le redini della famiglia, a mostrarsi forte, a non cedere ai duri colpi ai quali la vita l’ha sottoposta. La sua forza e il coraggio manifestato nell’affrontare la malattia sono stati un esempio per i suoi genitori, che l’hanno sostenuta fin dal principio e non l’hanno mai lasciata da sola.