Britney Spears: “Giudicata e insultata tutta la vita, lasciatemi ballare”

Il grido d’accusa di Britney Spears su Instagram: “Ho pianto per il documentario su di me. Sono stata giudicata e insultata tutta la vita, ma io ho solo bisogno di ballare”

Il grido d’accusa di Britney Spears, che finalmente prende la parola, dopo settimane in cui non si è fatto altro che parlare di lei, e per lei, a causa del documentario sulla sua vita Framing Britney Spears, e dice la sua. Mettendosi ancora una volta a nudo, mostrando fragilità, insicurezze e dolore e chiedendo  di poter fare (in pace), l’unica cosa che davvero ama: cantare e ballare. Perché “Nessuno è perfetto, la perfezione è noiosa, io vorrei solo trasmettere gentilezza“.

La cantante ha pubblicato il 31 marzo 2021 un post sul suo account Instagram, in cui la si vede ballare sulle note di Crazy ( titolo scelto non a caso) degli Aerosmith, e scritto a commento queste parole:

La mia vita è sempre stata molto speculata …
Sono stata guardata e giudicata davvero per tutta la mia vita !!! Per la mia sanità mentale ho bisogno di ballare sulle note di Steven Tyler ogni notte della mia vita 💃🏼💃🏼💃🏼 per sentirmi selvaggia, umana e viva !!! Sono stato esposta per tutta la vita esibendomi di fronte a persone 😳😳😳 !!! Ci vuole molta forza per FIDARSI dell’universo con la tua vera vulnerabilità perché sono sempre stato così giudicata… insultata… e messa in imbarazzo dai media … e lo sono ancora oggi 👎🏼👎🏼👎🏼 !!!! Mentre il mondo continua a girare e la vita va avanti, rimaniamo così fragili e sensibili come persone !!! Non ho visto il documentario su di me, ma da quello che ho visto sono rimasta imbarazzata dalla luce in cui mi hanno messa… ho pianto per due settimane e beh …. piango ancora a volte !!!! Faccio quello che posso nella mia spiritualità con me stesso per cercare di mantenere la mia gioia …amore …e felicità ✨🙏🏼 ☀️ !!!! Ogni giorno ballare mi dà gioia !!! Non sono qui per essere perfetto … essere perfetti è noioso … sono qui per trasmettere la gentilezza 💋💋💋 !!!!

Per la cronaca, il citato documentario mette in luce la carriera della pop star 39enne e la controversa tutela di suo padre, a cui è stato affidato il totale controllo legale delle sue finanze nel 2008 a seguito di un crollo psicologico della cantante che fece molto scalpore e fu molto pubblicizzato. Successivamente è nato il movimento #FreeBritney da parte dei fan, che chiedevano la rimozione di tate tutela, ritenuta nociva per la Spears.

La Spears ha presentato istanza l’anno scorso per rimuovere suo padre Jamie Spears dalla tutela e conferire il potere esclusivo sulla sua proprietà a un istituto finanziario.

Un giudice ha stabilito a febbraio che sia il padre della Spears che il Bessemer Trust avrebbero supervisionato le finanze della pop star, negando l’offerta di Jamie Spears di mantenere il potere esclusivo di delegare gli investimenti, sebbene il caso non sia ancora chiuso del tutto.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Britney Spears: “Giudicata e insultata tutta la vita, lasciatemi bal...