Disfunzioni sessuali femminili: cosa sono e come superarle

Scopriamo quali sono le principali disfunzioni sessuali femminili e come affrontarle al meglio

Le disfunzioni sessuali femminili sono dei disturbi di natura psicologica che investono la sfera sessuale delle donne.

Si tratta di problemi che spesso vengono ignorati, ma che mettono a rischio la salute psicologica e il benessere di moltissime donne. Imparare a riconoscere le disfunzioni sessuali femminili è il primo passo per imparare a combatterle e a vivere pienamente e senza tabù il sesso, per una vita felice e completa con il proprio partner.

Uno dei problemi più frequenti è l’anorgasmia, ossia l’assenza di orgasmo durante il rapporto sessuale. Non sono poche infatti le donne che affermano di non aver mai raggiunto l’acme del piacere. Questo disturbo può presentarsi all’inizio della propria vita sessuale, quando si è ancora esperte e si sta scoprendo per la prima volta il corpo oppure in altre fasi dell’esistenza. Si tratta di un disturbo molto complesso di origine psicologica, che può essere legato a traumi, a situazioni limitanti oppure al rapporto con il proprio partner.

Per risolvere l’anorgasmia è importante rivolgersi ad un esperto che saprà individuare grazie alla psicoterapia l’origine del blocco, aiutando la donna a sviluppare la propria sensibilità e il contatto con l’intimità.

La frigidità è un disturbo moto simile, che si manifesta come un’assenza totale di piacere sessuale. Molto spesso le donne che sperimentano questa disfunzione sessuale vivono il rapporto come un dovere per il proprio partner e qualcosa che viene effettuato con distacco e senza piacere. Anche in questo caso è fondamentale una terapia psicologica per riuscire a comprendere l’origine del malessere.

Altre disfunzioni sessuali femminili sono la dispareunia e il vaginismo. Nel primo caso la penetrazione provoca un dolore fisico che può essere più o meno intenso. A volte l’origine del dolore può essere organica o infettiva (ad esempio una cistite), ma più spesso la causa è psicologica. Si tratta di un disturbo che risulta molto penalizzante per la vita sessuale non solo della donna, ma sopratutto della coppia. L’impossibilità di vivere appieno l’intimità infatti spesso mina il rapporto il modo insanabile. L’importante, come sempre, è trovare la forza di chiedere aiuto ad un professionista.

Infine troviamo il vaginismo, una contrazione involontaria dei muscoli della vagina e del perineo che impedisce la penetrazione. Nella maggior parte dei casi la causa è un blocco psicologico dovuto ad un trauma, ad una paura o, peggio ancora, ad una fobia legata al sesso.

Disfunzioni sessuali femminili: cosa sono e come superarle