Caspering, di cosa si tratta e come evitarlo

Si tratta di un approccio vago e un po' freddo del partner, senza che palesi la chiara intenzione di chiudere la relazione

Per orientarsi nelle relazioni moderne, caratterizzate dal ruolo centrale della tecnologia, bisogna familiarizzare con diversi neologismi. Uno di questi è il termine Caspering.

Questa parola, che richiama il personaggio del simpatico fantasmino protagonista di numerosi cartoni animati e del film del 1995 con Christina Ricci, indica per molti una versione edulcorata del Ghosting (ossia l’abitudine di chiudere una relazione sparendo totalmente da un giorno all’altro).

Nel caso del Caspering, si ha invece un allontanamento graduale del partner. Un segnale senza dubbio preoccupante è se, dopo qualche notte assieme anche molto coinvolgente, lui palesa un atteggiamento freddo e distaccato. Un altro campanello d’allarme davanti al quale riflettere sono le risposte ai messaggi.

Ok, siamo tutti d’accordo sul fatto che, tra impegni lavorativi e personali, non sempre è possibile rispondere in maniera immediata e sufficientemente approfondita. Se però le repliche ai messaggi – non importa che si tratti di un contenuto piccante o di un semplice invito a uscire per bere qualcosa – si fanno sporadiche e telegrafiche, è il caso di porsi qualche domanda. Si potrebbe andare avanti ancora con i segnali che devono far pensare a una situazione di Caspering. Un altro da non trascurare è la tendenza di lui a decantare le doti di quell’amico che, a suo dire, sarebbe perfetto per voi. Se si verificano circostanze come quelle appena descritte – ma anche se lui dopo qualche settimana di frequentazione smette di farsi sentire per primo – è molto probabile che il partner stia cercando di chiudere senza dirlo apertamente.

Se il Ghosting può rivelarsi molto pesante da gestire da un punto di vista psicologico – non è mai piacevole vedere una persona sparire totalmente e non saperne più nulla dall’oggi al domani – anche il Caspering non scherza. Passare dei momenti meravigliosi assieme – in particolare sotto le lenzuola – e rendersi conto che fuori dal letto la situazione è caratterizzata da temperature sotto allo zero può provocare un forte rimuginio interiore e, nei casi peggiori, anche stati di ansia (di fatto, una parte importante della propria vita rimane in sospeso).

Come affrontare il tutto? In questi frangenti, la cosa migliore è invitare il partner a giocare a carte scoperte e a palesare le sue intenzioni (essenziale è evitare l’approccio aggressivo). La rottura quasi sicuramente ci sarà comunque, ma con molta meno sofferenza e domande e, soprattutto, con quella chiarezza che dovrebbe essere propria di tutte le relazioni tra persone adulte.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Caspering, di cosa si tratta e come evitarlo