Dacrifilia è normale eccitarsi quando il partner piange?

Dacrifilia, perversione sessuale. Cerchiamo di capire insieme in cosa consiste questa pratica e quali meccanismi scattano nella testa di coloro che ne soffrono

Dacrifilia, la nuova perversione: si tratta di una nuova pratica sessuale che consiste nel provare piacere quando si vede il partner che piange. Vediamo insieme per quale motivo la dacrifilia viene considerata come una perversione. In genere, quando una persona piange lo fa per manifestare un malessere, che può essere dovuto ad uno stato di tristezza, di debolezza oppure di stress. Il dacrofilo è colui che vedendo il partner piangere per uno di questi motivi non riesce a fare a meno di provare una forma di eccitazione che può portare all’ orgasmo intenso. Chi soffre di dacrifilia, nel momento in cui vede le lacrime del partner è felice di poterlo soccorrere e di aiutarlo in quel momento difficile.

La dacrifilia è passiva quando la persona che vorrebbe piangere, non lo fa e trattiene le lacrime; in questo modo la persona che soffre di dacrifilia prova una forma di eccitazione. Questa perversione sessuale esiste da anni ma è venuta alla luce in seguito ad un film spagnolo che ha riscosso molto successo dal pubblico, Kiki e i segreti del sesso. Nel film una delle protagoniste è una giovane donna che prova eccitazione quando vede il compagno piangere. Anche se nel film il tema viene affrontato con ironia, si tratta di una vera e propria perversione sessuale.

Questa pratica generalmente viene affiancata al sadomasochismo, ovvero una forma di piacere che si prova quando si vede una persona soffrire. Al contrario del sadomasochismo, dov’è il partner a provocare dolore al suo sottomesso, chi soffre di dacrifilia non provoca le lacrime del partner in modo volontario, ma aspetta che accada qualcosa che può dare un dispiacere e che sfoghi nel pianto. Per coloro che soffrono di dacrifilia, non è importante la causa che scatena il pianto del partner, in quanto non influisce sullo stato di eccitazione che si prova.

Secondo gli esperti e gli psicologi, la dacrifilia è un meccanismo che scatta nella persona che vuole dominare e controllare ogni cosa; chi soffre di questa perversione sessuale vuole esercitare il controllo sul partner, cercando di controllare i suoi stati di umore. Secondo gli esperti, questa perversione potrebbe nascondere degli aspetti molto più gravi. Stando ai loro consigli, qualora si provasse un desiderio irrefrenabile di vedere il partner piangere, sarebbe meglio consultare uno specialista per evitare di allontanare le persone care e di avere disagi nel contesto sociale.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dacrifilia è normale eccitarsi quando il partner piange?