Sogni un ritorno di fiamma? Secondo la scienza non dovresti farlo

Una nuova ricerca dimostra che i tira e molla con gli ex fanno male alla salute. Per il tuo bene, dovresti chiudere definitivamente le relazioni tossiche

“La minestra riscaldata non è mai buona” recita un vecchio detto popolare. E le cose, in amore, starebbero proprio così anche per la scienza.

A lanciare l’allarme è una nuova ricerca pubblicata su “Family Relations”. Gli scienziati lo spiegano a chiare lettere: se state pensando di tornare col vostro ex non dovete farlo. È chiaro che lasciarsi alle spalle una relazione importante non è affare semplice: la tentazione di continuare a sentire l’altro o spiare le sue abitudini sui social è molto forte. E che dire della malsana abitudine di rileggere vecchi messaggi e continuare a pensare in loop ai bei momenti trascorsi insieme? Alla fine ci si ripromette sempre di fare un ulteriore tentativo che, in molti casi, non è mai l’ultimo. La famosa seconda (o terza, o quarta chance) non rischia solo di precluderci la possibilità di voltare pagina ma – spiega lo studio – fa proprio male alla nostra salute.

Gli scienziati hanno infatti notato che le relazioni tra ex, sia eterosessuali che omosessuali, sono collegate ad un “aumento dei sintomi di disagio psicologico”. Per giungere a questa conclusione, si è condotta un’indagine su ben 545 individui; 279 coinvolti in relazioni con persone dello stesso sesso, e 266 in relazioni con individui di sesso diverso. In tutti i casi si è preso in esame l’intero ciclo di una relazione: fine, ricongiungimento ed effetti successivi. I risultati parlano chiaro: in quasi tutti i casi si sono registrati livelli più alti di malessere generale. Il perché è presto spiegato: “L’accumulo di repentini cambiamenti nelle relazioni può creare ulteriore turbolenza per gli individui”, fanno sapere gli scienziati.

Se da un lato una pausa o una momentanea separazione possono davvero far bene ad una coppia, restituendo nuova linfa ad una storia, dall’altro potrebbero invece dare il via ad una dipendenza affettiva o ad una relazione tossica fatta di continui ed insensati tira e molla. Quindi, cosa fare per evitare conseguenze irreparabili per il proprio benessere? Gli esperti consigliano di non cedere alla paura di restare soli, ma riflettere sui motivi che hanno portato alla rottura, chiedendosi se potrebbero o meno essere risolti concedendosi una seconda chance. In caso di abusi e comportamenti violenti, invece, non sono ammesse indecisioni: è fondamentale rivolgersi a qualcuno per cercare aiuto. “Va bene terminare una relazione tossica. Se la tua relazione è irreparabile, non sentirti in colpa per il tuo benessere fisico o mentale” ha dichiarato a chiare lettere il responsabile della ricerca Kale Monk al Time. Insomma, se non volete dar retta alla vostra migliore amica, almeno date retta a lui.

Sogni un ritorno di fiamma? Secondo la scienza non dovresti farlo