Il potere dei lavori manuali contro ansia e stress

Prendi un po' del tuo tempo, la creatività e l'immaginazione e comincia a dipingere, a modellare, o a impastare: ti sentirai subito meglio

Dipingere, modellare, lavorare a maglia e persino impastare sono tutte attività che mettono in sintonia il nostro cuore e l’anima. E questo non dovrebbe stupirci poi molto se pensiamo al fatto che, fin da bambine, tra lavoretti manuali a scuola e altre attività domestiche, i nostri genitori e gli insegnanti ci hanno trasmesso la meravigliosa arte del fatto a mano.

Attività manuali che abbiamo amato e che ci hanno fatto sorridere durante l’infanzia ma che poi, per forza di cosa, abbiamo messo da parte. Per il lavoro, per i numerosi impegni che caratterizzano le nostre giornate, per quella mancanza di tempo che ogni tanto malediciamo e che ci allontana dalle piccole cose che ci rendono felici.

E così abbiamo commesso un grande errore, quello di trascurare le attività manuali, meritevoli di allontanare lo stress e l’ansia, di metterci di buon umore, di sviluppare nuove e importanti abilità e peculiarità. È successo a tutte, di mettere da parte qualcosa che davvero amavamo fare solo perché la vita ci suggeriva di fare altro, di inseguire obiettivi effimeri e poco importanti.

Ma non è mai tardi per iniziare a fare qualcosa che ci rende davvero felici e le attività manuali, inaspettatamente, rientrano tra queste. Non hanno lo scopo di guadagnarsi da vivere, né di farci ottenere una nuova promozione, eppure ci gratificano come poche altre cose al mondo.

Ci consentono di ritagliarci dei momenti di calma e di pace, di rigenerare le nostre energie, di concentrarci solo sulle nostre mani, guidate dal cuore, per raggiungere uno scopo inedito e sorprendente: quello di realizzare qualcosa a partire da zero.

C’è un libro che vi consigliamo di leggere, di Rosemary Davidson e Arzu Tahsin, che si intitola Fatto a Mano e che riunisce tutte le attività manuali sotto il nome di craftfulness, perché gli effetti del lavorare a maglia, del disegnare o del dipingere sono paragonabili agli stessi benefici della meditazione o dello yoga.

Creare qualcosa con le mani è una vera e propria arte da tramandare da generazione in generazione. E non c’è bisogno di creare degli oggetti da esporre o dei capolavori da musei, quello che conta è creare quella magica connessione tra mani, cervello e cuore. Un’alleanza essenziale che non solo permette lo sviluppo neurologico e cognitivo e per questo è consigliato ai bambini, ma che ci fa stare bene, col corpo e con la mente.

Secondo la Dott.ssa Kelly Lambert, dell’Università di Richmond negli Stati Uniti, dedicarsi alle attività manuali può prevenire e combattere la depressione a patto che il processo includa la creazione e la trasformazione. Ecco perché scolpire, modellare, disegnare e persino coltivare piante e fiori, sono azioni che, sul piano emotivo, sanno darci molto. Il Dott. Robin Hurley della Baylor University di Huston consiglia ai suoi pazienti di dedicarsi ad attività manuali perché queste, e solo queste, sono in grado di annullare, naturalmente, gli effetti dello stress cronico.

Certo è che la scelta è soggettiva, e non tutte le attività possono soddisfare le nostre preferenze. Occorre, infatti, cercare un lavoro manuale in grado di creare una perfetta sintonia tra il processo creativo e il nostro Io e una volta trovato, ne siamo certe, non lo lasceremo più.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il potere dei lavori manuali contro ansia e stress