La gelosia ossessiva non difende l’amore, lo uccide

Perché quando possesso e controllo si insinuano in una relazione, tutti perdono qualcosa

“La gelosia è un mostro dagli occhi verdi che dileggia il cibo di cui si nutre”, scriveva William Shakespeare. Del resto proprio lui, con una delle sue opere più celebri, ci ha lasciato in eredità uno dei più raffinati ritratti psicologici dell’uomo affetto da gelosia delirante, quello di Otello.

E non è un caso che, quando la gelosia diventa patologica, incontrollabile e ossessiva, gli psicologi la chiamino sindrome di Otello. Che poi questo sentimento non è sempre, per forza di cose, un mostro da tenere ben lontano dalla relazione, anzi possiamo dire che, nelle giuste dosi, può regale quello sprint in più nel rapporto di coppia. Eppure c’è un punto di non ritorno, un confine che non andrebbe mai superato, per il bene personale e per quello comune.

C’erano una volta i musi lunghi e quelle piccole e quasi divertenti scenate di gelosia quando lui incontrava la sua bellissima collega e le sorrideva o se a scrivergli era una sua ex. Poi queste si sono trasformate in discussioni al limite del patologico e da lì, a superare ogni limite, il passo è breve.

La gelosia non è sbagliata, quando è sana, tuttavia quando questa emozione sfugge al controllo della razionalità può diventare patologica e se questo accade, si salvi chi può.  Forse l’errore è stato convincervi, con il tempo, che proprio grazie alla gelosia potevate salvare il vostro rapporto di coppia, ma la verità è che controllare il partner e diventare paranoiche a ogni occasione non fa che avvelenare la relazione.

Possiamo dire con certezza che la gelosia rientra tra i sentimenti più complicati e antichi che abbiamo mai provato e che ci accompagna per tutta la vita, dalle scuole elementari fino agli “anta” inoltrati.

È naturale provare gelosia quando teniamo a una persona perché la vorremo sempre al nostro fianco e ci spaventa il pensiero che qualcuno possa portarcela via; quando questo sentimento non scavalca la stima, l’amore e il rispetto che ci sono in una relazione è più che accettabile.

Quando invece la paura del rifiuto e della perdita diventano tali da insinuarsi nella mente come un tarlo, ecco che tutte quelle meravigliose emozioni che appartengono all’amore si trasformano in possesso, sospetto, invidia e controllo e no, questo non farà bene a voi, né al vostro partner.

Essere gelose in modo patologico significa torturare, se stesse e il partner, vuol dire dubitare di ogni azione, anche la più banale e cercare prove in modo ossessivo di qualcosa che non è stato fatto. Questa gelosia non dovrebbe mai esistere perché quando possesso e controllo subentrano nella quotidianità non si è più liberi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La gelosia ossessiva non difende l’amore, lo uccide