Amori e litigi: 5 modi per gestire le relazioni conflittuali

Relazioni conflittuali? Alla scoperta di alcune soluzioni utili per approcciarsi al meglio ai periodi di stress con la propria anima gemella

Le relazioni conflittuali talvolta possono comportare la rottura di un rapporto amoroso. E’ risaputo, può succedere di passare dei periodi difficili oppure di non essere d’accordo su molti aspetti. Di conseguenza possono capitare dei bisticci piuttosto pesanti. Ma quando i sentimenti sono ancora forti diventa complicato riuscire a gestire questa situazione. Occorre dunque fare dei passi avanti per andare incontro alle esigenze del partner, al fine di salvare la relazione. Ad esempio si può cogliere l’occasione di convincere insieme i bambini ad andare a letto.

Inoltre la maggior parte delle volte, quando si bisticcia durante i momenti di rabbia si tende a focalizzare la mente unicamente sulla conversazione e sulle risposte del partner e non sulle emozioni. Per questo è indispensabile conoscere 5 semplici accortezze, al fine di gestire al meglio le relazioni conflittuali. Innanzitutto l’obiettivo primario dovrebbe essere quello di cessare il fuoco. Ebbene sì, quando la discussione inizia a diventare particolarmente pesante occorre porre un freno. A volte, presi dall’alterazione, diventa quasi impossibile non accanirsi ed evitare di rispondere ad alta voce, ma questo potrebbe comportare maggiore resistenza e dunque si andrebbe avanti per ore senza arrivare a nessuna conclusione.

In secondo luogo per far durare una relazione non bisogna mai dimenticare di chiedere se il partner approva i nostri pensieri ed ascoltare sempre le sue opinioni. E’ proprio questa dimenticanza talvolta a causare delle discrepanze. Inoltre quando c’è un disagio all’interno delle relazioni conflittuali bisogna sempre cercare di andare a fondo al problema e mostrarsi più comprensivi. Il passo successivo è quello di discutere insieme su come risolvere un conflitto.

Se ci sono dei programmi o delle idee differenti, con il giusto dialogo è possibile trovare insieme una soluzione. Infine, la chiave per calmare eventuali bisticci riguarda il controllo della voce e delle emozioni. Sicuramente si tratta dell’aspetto più difficile, poiché sono proprio i segnali non verbali, compreso il modo di porsi, ad innescare rabbia e nervosismo nel prossimo. Con un pizzico di autocontrollo basterà fermarsi, riflettere ed assumere un tono pacato, al fine di risolvere qualsiasi tipo di disagio e, se necessario, chiedere scusa.

Amori e litigi: 5 modi per gestire le relazioni conflittuali