L’ex tennista Martina Navratilova: l’amore per Julia, i figli e la lotta al tumore (che è tornato)

La Campionessa di 59 Slam ha rivelato di essere di nuovo in lotta contro il cancro che è tornato al seno e alla gola

Il tumore è tornato. A rivelarlo è l’ex campionessa di tennis Martina Navratilova che, a distanza di ormai 13 anni dalla prima diagnosi di cancro al seno, ha svelato di essere di nuovo in lotta contro la malattia. L’intenzione è quella di non arrendersi e non lasciarsi prendere dal naturale sconforto che comporta uno scenario di questo tipo. Anzi, il suo proposito è quello di mostrarsi più forte che mai.

Martina Navratilova, il tumore si è ripresentato dopo 13 anni

“Una doppia sfiga, seria ma rimediabile”, queste le parole scelte con cura da Martina Navratilova, che per annunciare il ritorno della malattia ha scelto uno spazio nel quale si sente al sicuro. Non i social, non la tv ma il sito della Wta fondato da Billie Jean King nel 1973 e che lei stessa ha impreziosito con 167 titoli in singolare, di cui 18 del Grande Slam.

“Spero in un esito favorevole. Sarà difficile per un po’, ma combatterò con tutte le forze che ho”, ha aggiunto, annunciando di essere pronta a sottoporsi alle cure per risolvere il tumore al seno e alla gola, scoperto a novembre dopo aver approfondito la natura di un linfonodo comparso proprio in questa zona. Il suo lavoro non si ferma: la Navratilova sarà infatti tra le commentatrici del prossimo Australian Open su Tennis Channel.

La prima diagnosi di tumore, al seno, arriva nel 2010: “Ricordo che piansi per circa 15 secondi, poi guardai dritto negli occhi il mio medico: okay, doc, da dove cominciamo?”. Una giravolta inaspettata per la sua vita, vissuta interamente sul campo e con la racchetta in mano, che ha affrontato con grande determinazione fino al traguardo della guarigione che oggi deve puntare per la seconda volta.

“Primo pensiero: perché proprio a me? Poi ho affrontato il cancro come una partita a tennis, senza mai considerare l’ipotesi del fallimento”, aveva dichiarato 13 anni fa al momento della sua prima diagnosi, dalla quale è uscita vittoriosa e determinata a riprendere in mano la sua vita. I festeggiamenti sono stati degni del suo spirito: l’atleta aveva infatti deciso di unirsi a un gruppo di scalatori per raggiungere la vetta del Kilimanjaro, senza però riuscire nel suo obiettivo a causa di un edema polmonare che l’aveva costretta al ritiro.

Le sue origini e l’amore per la moglie Julia Lemigova

Nata Martina Subertova e divenuta Navratilova a seguito del secondo matrimonio della madre con Miroslav Navratil, suo primo allenatore, ottiene la cittadinanza americana nel 1981. Lesbica dichiarata in tempi diversi da questi, quando ancora essere omossessuali rappresentava un’imperdonabile colpa che poteva farti giocare la carriera, è andata avanti con il suo talento e le sue forze, oltre che grazie all’amore di sua moglie Julia Lemigova, Miss Urrs 1990 e con la quale è mamma di due figli. Il supporto dell’amore della sua vita è arrivato anche via Instagram, attraverso un post nel quale Julia ha voluto ringraziare tutti per il sostegno ricevuto a seguito della notizia.

Si opera di carcinoma al seno sinistro nel 2010 e dalla radioterapia esce rafforzata nello spirito, come lei stessa ha dichiarato, ed è con questo proposito che ha deciso di affrontare la recrudescenza della malattia. Una doppia diagnosi seria ma che può superare ancora grazie alla medicina e alla sua forza d’animo, mai mancata in campo e nella sua vita.