Anfibi vegan: le alternative alla pelle per i vostri stivali

Belli e amici dell'ambiente: ecco qualche alternativa vegan ai classici anfibi, con qualche consiglio in più per una scelta consapevole

Angela Inferrera Fashion blogger e esperta green

La scelta di utilizzare delle alternative alla pelle per questioni etiche e per ridurre in nostro impatto ambientale è sicuramente pregevole, ma è bene sapere esattamente quello che facciamo e come lo stiamo facendo. Cerco di fare un po’ di chiarezza in questo articolo.

Alternative vegane alla pelle: una domanda sull’etica

Le alternative vegan alla pelle sono tante e ormai in molti brand le utilizzano. Vorrei portare la vostra attenzione su un punto importante: la scelta di alternative vegan per questioni di carattere etico relative al mondo animale sono sacrosante, ma domandatevi sempre dove e come vengono realizzati i pezzi che state per acquistare. Potrebbero aver risparmiato la vita degli animali, ma essere stati assemblati schiavizzando gli esseri umani, fatti lavorare magari in condizioni tutt’altro che dignitose.

Siete ancora certe di stare facendo una scelta etica? Domandatevelo e cercate di andare a fondo, altrimenti rischiate di incappare in pratiche di greenwashing.

Anfibi veg: ecco qualche alternativa alla pelle per i vostri stivali

E l’impatto ambientale?

Fate attenzione al tipo di materiale che viene utilizzato per i vostri anfibi (ma anche per le vostre scarpe, borse e altri accessori) in quella che viene definita “ecopelle”.

Molto spesso, non è affatto eco, ma si tratta di fibre plastiche derivate del petrolio, quindi OK, è vegan perché non si tratta di materie prime di origine animale, ma è tutt’altro che sostenibile, perché l’impatto ambientale in termini di produzione sarà comunque alto.

In questo senso, preferite dove possibile materie prime derivanti da materiali di scarto o di recupero, come l’apple skin, oppure il Piñatex, derivanti il primo da bucce e torsoli di mela e il secondo dalle foglie di ananas, oppure realizzate recuperando e riciclando ad esempio la plastica dagli oceani. In questo caso sì che siamo indossando qualcosa di sostenibile. Quanto all’etica, vale il discorso di sopra.

Anfibi veg: ecco qualche alternativa alla pelle per i vostri stivali

Brand che propongono anfibi veg nelle loro collezioni

Doc Marten’s

Gli anfibi più iconici di sempre esistono anche in versione veg, per chi non vuole imitazioni, ma non vuole utilizzare derivati animali per vestirsi. Il materiale con il quale sono realizzati è il “Felix Rub Off”, che è un poliuretano. Tutte le altri componenti di questa linea vegan di scarpe sono completamente prive di materiali di origine animale.

Anfibi veg: ecco qualche alternativa alla pelle per i vostri stivali

Nae Vegan Shoes

Nae sta per “No Animal Exploitation”, che è un po’ la mission del brand. Si tratta di una linea di calzature, che al suo interno ha anche anfibi, realizzate eticamente in Portogallo con materiali naturali, riciclati o sintetici.

Bella Storia Vegan Shoes

Brand tutto italiano che produce scarpe su misura e su ordinazione. Nella loro linea hanno anche gli anfibi. Potete scegliere il modello, il colore e il materiale e verranno fatte apposta per voi.

Privato Eco 

Questo brand italiano produce eticamente in Europa sneakers, stivali ed anfibi vegani approvati PETA, con materiali naturali e riciclati.

Anfibi veg: ecco qualche alternativa alla pelle per i vostri stivali

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Anfibi vegan: le alternative alla pelle per i vostri stivali