Greenwashing: cos’è e come riconoscerlo

Purtroppo ci coinvolge molto da vicino: vediamo di capire cos'è il greenwashing

Angela Inferrera Fashion blogger

Cos’è il greenwashing? E perché è importante saperlo e imparare a riconoscerlo e ad evitarlo? Cerco di spiegarvelo in modo facile in questo post.

Greenwashing: cos’è 

Il greenwashing altro non è che la pratica (tristemente ormai abbastanza consolidata) delle aziende che vogliono mettere in luce aspetti della loro produzione attenti al clima e al pianeta, con il solo obiettivo di distogliere l’attenzione del consumatore finale dalle pratiche meno limpide che la stessa azienda mette in atto. Normalmente si tratta di realtà abbastanza grandi, che hanno i mezzi per poter mettere in pista campagne di comunicazione massicce, volte proprio a dar loro una patina di sostenibilità, una patina green, appunto.

Greenwashing: come riconoscerlo

Del greenwashing finalmente si sta cominciando a parlare, non solo sul web, ma anche sui vari social, da Instagram a YouTube. Sempre più divulgatrici e influencers attente ai temi legati all’ambiente cercano di smascherare le campagne di greenwashing e di fare luce su questa attività di comunicazione poco trasparente. Il modo migliore per riconoscere il greenwashing è chiedersi: questa attività che l’azienda mi sta descrivendo, che impatto reale ha sulle persone che realizzano il capo o sull’ambiente? Se l’azienda si professa come sostenibile a livello ambientale e sociale (quindi etica), per realizzare un determinato prodotto non deve essere stato fatto male a nessuno, ne all’ambiente né tanto meno alle persone.

Greenwashing: cos'è e come riconoscerlo

Greenwashing: esempi

Se l’azienda in questione ci sta dicendo che pianterà un albero per ogni acquisto, o che devolverà parte del ricavato delle vendite alla costruzione di pozzi o scuole nel terzo mondo, o che salverà un determinato animale in via di estinzione, o che utilizza cotone organico, magari corredando il prodotto con etichette verdi o color cartoncino, in realtà non ci sta dicendo molto su come e dove vengono realizzato i prodotti che propone. E questo vale per la moda come per qualunque altro tipo di prodotto, dal food al beauty.

Greenwashing: cos'è e come riconoscerlo

In sostanza, un’azienda può anche aprire una scuola in Africa o salvare le orche, ma se per realizzare un suo prodotto ha fatto lavorare in condizioni di lavoro non etiche chi ha preso parte alla produzione di quel prodotto, dalla materia prima al confezionamento, alla fine, non ci sta raccontando veramente come stanno le cose. Ci sta facendo vedere solamente una parte della sua verità. Pensiamoci la prossima volta che vediamo una promozione di questo tipo!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Greenwashing: cos’è e come riconoscerlo