Come vestirsi bene in base alla forma del corpo

Mela, pera, clessidra? Individua la che forma del tuo fisico e scopri quali sono i capi da indossare e quelli da evitare, qual è il costume da bagno ideale e che modello di vestito che fa per te


Puoi metterti a dieta e fare tutti gli esercizi di questa terra, ma c’è una cosa che non potrai mai cambiare radicalmente (a meno che tu non voglia ricorrere alla chirurgia estetica, claro): la forma del tuo corpo. Ogni fisico è associato a una silhouette: clessidra, rettangolo, pera, mela, triangolo invertito. Che ti piaccia o no, se sei una donna con la classica forma a pera, ovvero con il torace stretto, poco seno e al contrario sedere e fianchi molto pronunciati, pera rimarrai.

Il problema reale di noi donne è che spesso non sappiamo accettarci così come siamo, alla continua ricerca di quello che per noi è il peso ideale, alle prese col costante confronto con le altre, o ancora peggio coi modelli assurdi che ci propongono i media. E quindi, cosa possiamo fare pace con noi stesse e iniziare a piacerci? La risposta è: imparare a vestirci e a valorizzare il nostro fisico.

Qui di seguito trovate una guida chiara e semplice che vi spiegherà quali sono le tipologie di fisico, associate al nome di un personaggio famoso così da avere un esempio visivo. Per ogni tipo di forma vi spiegheremo quelli che secondo noi sono i tre punti chiave:

1. Caratteristiche fisiche e capi da indossare

2. Il vestito ideale per eccellenza, quello da indossare in un’occasione speciale

3. Il costume da bagno ideale

Donna clessidra (come Monica Bellucci)

1. La donna a clessidra (beata lei) ha poco da lagnarsi. Infatti il suo punto di forza sono le curve messe al punto giusto. La fortunata donna a clessidra è ben proporzionata, con fianchi e seno in evidenza. Il punto forte della donna a clessidra è la vita sottile, da sottolineare con l’abbigliamento: sì alle camicie sciancrate, alle giacche avvitate, ai tubini. Alla donna a clessidra staranno benissimo belted blazer e cappotti portati con la cintura annodata. La cintura è un accessorio che non può mancare nel guardaroba, alta o sottile che sia. La donna a clessidra può mettere in evidenza le sue curve pericolose con abiti aderenti. Ha la fortuna di riempire bene i pantaloni. Lo scivolone di stile che può fare è quello di scoprire troppo scollatura e gambe, rischiando di risultare volgare.

2. L’abito per eccellenza della donna a clessidra è l’abito a sirena, magari con una bella scollatura a cuore.

3. Non avrà di certo problemi a trovare un costume che le stia bene perché la sua forma è probabilmente la più invidiata. Se ha un seno tonico il modello top è il bikini a fascia come lo portava la mitica Brigitte Badot: deliziosamente retrò, stiloso e sexy allo stesso tempo.

Monica Bellucci (Getty)

Donna triangolo o donna pera (come Jennifer Lopez)

1. Parliamo delle donne con un lato B decisamente importante. Solitamente la donna col fisico a pera si cruccia del suo sedere che considera troppo grosso (non sa che va di moda!). Solitamente non ha molto seno ma il suo vantaggio è che ha il punto vita stretto. Cosa evitare assolutamente: tubini e abiti a sirena, leggings con il sedere in vista e in generale gonne e pantaloni che fasciano. Sì a pantaloni dritti o bootcut, a camicette e bluse che scendono morbide sui fianchi, scollature generose.

2. L’abito ideale della donna a pera deve mettere in evidenza il punto vita e scivolare morbido sui fianchi. L’ideale sarebbe uno scollo all’americana, che bilancia la figura e minimizza i fianchi importanti, accendendo l’attenzione sulle spalle.

3. Il costume da bagno ideale deve mettere in evidenza la parte superiore e minimizzare la parte inferiore del corpo. Sì al costume intero con bretelle sottili con una bella scollatura. No a slip sgambati, o alla brasiliana. Sì alle culotte e ai reggiseni che mettono in evidenza il decolleté.

Jennifer Lopez (Getty)

Donna rettangolo (come Melissa Satta)

1. La donna rettangolo ha un fisico androgino: la sua figura è dritta, atletica, leggermente mascolina. Ha poco seno, torace stretto, punto vita non segnato fianchi stretti e gambe magre. Insomma, le forme non sono il suo forte ma è ben proporzionata. Il suo è il fisico perfetto per sfilare in passerelle: che invidia. La donna rettangolo può osare senza sembrare volgare, indossare capi aderenti o dalle forme insolite come abiti monospalla, che su altri fisici risulterebbero eccessivi o ridicoli. Una bella fortuna insomma.

2. L’abito ideale della donna rettangolo ha le spalline sottili e una bella scollatura, mentre scende svasato su fianchi e gambe.

3. Il costume ideale per la donna rettangolo è il bikini a righe col il reggiseno a triangolo e lo slip con laccetti laterali. Le sta bene anche il reggiseno a fascia, magari drappeggiato. Da abbinare allo slip a gonnellina o con le ruches.

Melissa Satta (Getty)

Donna cerchio o donna mela (come Antonella Clerici)

1. La sua forma è caratterizzata da torace ampio, seno evidente, pancetta (o pancia) e di conseguenza un punto vita non segnato. I fianchi sono stretti e ha le gambe magre. La regola principale è giocare con colori e stampe per dare equilibrio alla vostra figura: sopra tinta unita scuro, sotto chiaro. Un esempio pratico: indossate un top tinta unita morbido (né fasciante, né oversize), abbinato a gonna o pantaloni fantasia. Vi piacciono bluse e abitini con le stampe? Evitate quelle grosse e prediligete invece una fantasia piccola. Per ricreare l’effetto di un punto vita indossate giacche che si allacciano sotto al seno con un solo bottone.

2. L’abito ideale della donna a mela è quello tagliato sotto il seno che cade morbido fino al ginocchio, così da mascherare la pancia e mettere in evidenza il decolleté ma anche le gambe.

3. Quale costume sta bene alla donna a mela? Se la pancia è molto evidente l’ideale è optare per un costume intero e drappeggiato che abbia dei dettagli sul decolleté. Oppure giocare sul colore per creare una figura più armonica: scegliete un costume intero, più scuro ai lati, che vi sfinerà. Se la pancia non è troppo prominente vi starà benissimo un bikini con slip a vita alta non troppo sgambato e un reggiseno a balconcino con un’allacciatura all’americana.

Antonella Clerici (Getty)

Donna triangolo invertito (come Federica Pellegrini)

1. La donna che ha questa forma ha fianchi stretti e spalle più larghe dei fianchi. Il suo punto vita è evidente, così come lo è il seno. Il punto di forza sono un bel seno e le gambe snelle. La donna a triangolo invertito sta bene con gonne e pantaloni a vita alta, che mettono in evidenza il girovita. L’effetto ottico “sopra scuro, sotto chiaro e con stampe fantasia” è perfetto. No alle giacche e alle bluse strutturate, che metterebbero troppo in evidenza le spalle.

2. L’abito ideale della donna a triangolo invertito ha un bello scollo per valorizzare il decolleté e allo stesso tempo dettagli e applicazioni che ingentiliscono le spalle (come le rouches). Il vestito dovrebbe mettere in evidenza il punto vita e cadere morbido sui fianchi.

3. Passiamo al costume ideale della donna a triangolo invertito. Il seno va sostenuto con un reggiseno adeguato. Meglio evitare i modelli a fascia e virare su modelli con la coppa sagomata e le spalline larghe o che si allacciano dietro al collo. Per i fianchi stretti serve volume: le staranno quindi bene i modelli di slip della donna a rettangolo, ovvero impreziositi con voulant, rouches, fiocchi. Vi piacciono i costumi interi? Giocate con le stampe.

Federica Pellegrini (Getty)

Come vestirsi bene in base alla forma del corpo